Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 11/8/2020 ore 22:11

Ma l'acqua del Tevere bevuta alla sorgente vale come prova di mascolinità????

Cri


Data: 11/8/2020 ore 21:12




Data: 11/8/2020 ore 21:8

150km di salite, discese e tornanti.
13km a piedi.

Ora una meritata cena salumi, formaggi, vino.

Cri


Data: 11/8/2020 ore 20:18

https://www.eurosport.it/calcio/serie-a/2019-2020/juventus-vecchia-signora-e-la-quarta-squadra-con-l-eta-media-piu-alta-in-europa_sto7833672/story.shtml


Data: 11/8/2020 ore 20:13

https://www.gazzetta.it/comparazione-quote/10-08-2020/champions-psg-che-fatica-contro-italiane-atalanta-macchina-gol-ma-occhio-dietro-3801064432695.shtml


Data: 11/8/2020 ore 20:9

https://www.fcinter1908.it/ultimora/lautaro-presto-papa/?intcmp=gazzanet-lautaro1


Data: 11/8/2020 ore 20:8

MONACO - Attraverso una nota sul proprio sito, il Monaco ha reso noto il passaggio di Kamil Glik a Benevento. Tre anni di contratto per l'ex difensore del Toro, che torna in Italia dopo 4 anni in Francia (aveva lasciato la Serie A nel 2016). 166 presenze e 14 gol con il Monaco.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 20:7

LONDRA - Rinforzo importante per gli Spurs. Dal Southampton arriva capitan Pierre-Emile Hojbjerg, centrocampista del '95, sbarcato in Inghilterra nel 2016 dal Bayern. Ai Saints una cifra che aggira intorno ai 17 milioni di euro
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 20:4

MOSCA - Alcuni calciatori non ce la fanno proprio a stare lontani dal campo e persino quando si ritirano continuano a giocare, magari in tornei amatoriali per divertirsi con gli amici. Gli anni passati ad alto livello, però, si fanno sentire e quando si tratta di discutere con qualcuno è abbastanza “normale” che chi ha parecchia esperienza, magari anche a livello internazionale, si senta in diritto di saperne di più. Bisogna però sapersi controllare e questo Roman Shirokov non è riuscito a farlo. L’ex calciatore russo, che è anche stato capitano della sua nazionale, è finito sotto i riflettori per aver picchiato un arbitro.
KO – Come spiega Sportbible, Shirokov, che in carriera ha anche vinto una Coppa UEFA con lo Zenit San Pietroburgo, ha reagito male a una decisione arbitrale. L’ex nazionale russo ha richiesto un calcio di rigore e ha protestato con veemenza quando il fischietto non glielo ha assegnato. Le sue rimostranze gli sono valse il cartellino rosso, ma ad avere la peggio è stato il direttore di gara, che è stato colpito con un pugno da KO in pieno volto e successivamente, una volta crollato a terra, anche da qualche calcio. Shirokov è stato fermato dai suoi compagni di squadra ed è stato trascinato di peso fuori dal campo, mentre l’arbitro veniva soccorso.
L’ARBITRO – Shirokov si è scusato solamente il giorno successivo all’accaduto, ma questo non ha impedito a Match TV, l’emittente per cui lavora come opinionista, di sospenderlo a tempo indefinito dalle sue trasmissioni. E il fischietto, come sta? È stato medicato e vuole sporgere denuncia ma ha paura che la sua carriera da arbitro sia finita. Shirokov avrebbe “troppe connessioni”, spiega su Twitter Arthur Petrosyan, esperto di calcio russo per ESPN e per molte testate, che ha condiviso questa storia sui social network. Di certo, non un bel momento per il calcio russo. E per Shirokov, che potrebbe aver macchiato una carriera importante con un attimo di pura follia.


Data: 11/8/2020 ore 20:1

ASUNCION - Una vita al massimo tra vizi e stravizi nella prigione dorata di Asuncion. A quanto pare, stando alle indiscrezioni provenienti dal Paraguay, Ronaldinho non si fa intimidire nemmeno dagli arresti domiciliari a cui è sottoposto da quattro mesi dopo la denuncia e l’arresto avvenuto lo scorso 6 marzo per falsificazione di documenti.
RIVELAZIONI — Il quotidiano Hoy narra di "interminabili festini, fiumi di alcol e un costante via vai di modelle e donne avvenenti" più o meno famose nel lussuoso hotel di Asuncion in cui Dinho e il fratello Roberto Assis stanno scontando gli arresti domiciliari dal passato 6 aprile, in attesa che le indagini chiariscano il ruolo e il coinvolgimento dei due nella rete criminale smascherata dalle autorità locali proprio grazie allo sbarco in Paraguay dell’ex Pallone d’Oro. Che, tra due settimane, potrebbe riacquistare la libertà sotto il pagamento di una sostanziosa cauzione.
VIDA LOCA — Citando indiscrezioni e testimonianze di alcune presunte fonti anonime, Hoy parla di una "routine sfrenata" tra i corridoi e le stanze del lussuoso hotel Palma Roga, dove Dinho e il fratello-agente alloggiano da quattro mesi in totale solitudine a causa del lockdown imposto dal governo paraguaiano. Hoy parla chiaramente di "movimentate feste fino all’alba in compagnia di donne che si danno il cambio di giorno in giorno". Riportando le parole di un presunto testimone oculare che farebbe parte del personale alberghiero, Hoy sostiene che "noia e solitudine non fanno certamente parte della movimentata routine di Dinho negli ultimi quattro mesi". Il Popular, altro quotidiano locale, ha anche pubblicato immagini e video dei fratelli Assis impegnati in balli sfrenati e circondati da una moltitudine di ragazze, ma il tutto risalirebbe a qualche tempo addietro, ben prima delle vicissitudini paraguaiane. Tuttavia le fonti anonime si moltiplicano dettagliando le modalità della presunta movida proibita. "Nel parcheggio sotterraneo di quell'hotel c'è un via vai costante di avvenenti ragazze introdotte in gran segreto. Arrivano, si fermano fino all'alba e vanno via nella più totale discrezione scortate su auto dai vetri oscurati. L'alcol scorre a fiumi e la musica pompa ad alto volume", ha raccontato un fantomatico testimone.
ANTICA PASSIONE — L’abitudine a far festa e circondarsi di donne non è certo una novità per l’ex Pallone d’Oro. Un anno fa fece scalpore per aver intrecciato e coltivato una relazione con due donne che avrebbe voluto sposare, salvo rottura sul più bello per l'intromissione di una delle due potenziali suocere. L'astro brasiliano portò avanti il ménage a trois in una lussuosa villa di Rio, garantendo alle due fidanzate vitto e alloggio oltre a un corposo assegno mensile per le spese personali. Nel 2014, invece, fece il giro del web una sua foto in compagnia di cinque donne intente a esibire il proprio lato B. Due anni prima fece scandalo per una festa non-stop di tre giorni organizzata in occasione dell’addio al Flamengo, con la bellezza di cinque donne per ogni invitato. Il ritorno in libertà che dovrebbe concretizzarsi entro fine agosto potrebbe essere la buona occasione per un nuovo, memorabile exploit.


Data: 11/8/2020 ore 19:56

NYON - Linfield-Drita, gara valida per il turno preliminare della Champions League in programma oggi alle 18 a Nyon, è stata annullata perché tutta la squadra kosovara è stata messa in quarantena, dopo che un secondo giocatore del Drita è risultato positivo al Covid-19. "Le autorità sanitarie svizzere, in collaborazione con l'Uefa - dice il comunicato - hanno deciso di mettere in quarantena l'intera squadra del Drita dopo che un secondo giocatore della squadra kosovara era risultato positivo al Covid-19. Per questo motivo l'imminente incontro del turno preliminare di Champions League tra Drita e Linfield - in programma oggi alle 18:00 a Nyon in Svizzera non può essere disputato. Venerdì scorso, in un caso separato - ricorda l'Uefa - un giocatore del Drita era risultato positivo al Covid-19 dopo i test alla vigilia della loro partita contro l'Inter Club d'Escaldes (And) in conformità con il suddetto protocollo Uefa. Questo giocatore è stato messo in quarantena, insieme a un compagno di squadra dopo aver scoperto che era entrato in stretto contatto con il giocatore malato. Questo secondo test positivo di un giocatore, che era in contatto con altri membri della delegazione negli ultimi giorni, ha spinto le autorità svizzere a mettere in quarantena l'intera squadra kosovara. Di conseguenza la partita non può essere giocata".
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:54

TORINO – In queste ore in rete è circolato uno screen del televideo che parlava di un possibile ripescaggio della Juve in Champions League al posto dell’Atletico Madrid. Due calciatori dei Colchoneros infatti hanno contratto il coronavirus, cosa che ha fatto scattare la provocazione. Ovviamente non c’è nulla di vero, ma la giornalista Paola Ferrari pare averci creduto, postando sul proprio profilo Twitter il suddetto screen, commentando con un eloquente: “Boom”. La cosa ha subito scatenato le reazioni dei tifosi bianconeri che hanno commentato in massa la gaffe social della Ferrari, tanto che la giornalista si è dovuta difendere in un post successivo, giustificandosi così : “Ehh come vi scaldate! Ho detto solo che mi sarebbe piaciuto! Come accadde alla Danimarca nell’Europeo del ‘92“.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:52

Uti, io dopo anni di resistenze, da pochi giorni mi sono appena iscritto, ancora non c'ho capito un cazzo, più che altro mi son reso conto che mi potrebbe servire in un futuro prossimo per motivi diciamo "di cambio vita", poi in realtà per la stragrande maggioranza della gente con cui voglio essere in contatto lo faccio in maniera diversa, whatzapp, muro, telefonate etc. Insomma, dovrei usarlo con moderazione.
Theo


Data: 11/8/2020 ore 19:51




Data: 11/8/2020 ore 19:48

GLASGOW - Se il campionato scozzese rischia di fermarsi è anche per "colpa" di Boli Bolingoli, difensore del Celtic e cugino di Jordan e Romelu Lukaku. Il belga, senza rispettare i protocolli previsti dal governo, si è preso una vacanza segreta in Spagna ed è ritornato in Scozia senza mettersi in isolamento. "Se l'episodio dovesse essere confermato si tratterebbe dell'ennesima violazione e di un rischio per la salute pubblica. A quel punto, non avremo altra scelta se non di interrompere il campionato" è la nota pubblicata dall'esecutivo di Edimburgo. Prima di fermare tutte le partite, però, la prima ministra scozzese Nicola Sturgeon ha disposto il rinvio dei match di Celtic (contro il St. Mirren) e Aberdeen (contro l'Hamilton) L'episodio di Bolingoli, infatti, non è unico nel suo genere: il 1° agosto proprio otto giocatori dell'Aberdeen sono stati richiamati all'ordine (e costretti a scusarsi) per aver partecipato ad una festa dopo la partita contro i Rangers. Due di loro sono risultati poi positivi al tampone e la partita di sabato scorso contro il St. Johnstone è stata posticipata. Sabato prossimo non si giocherà neanche la sfida tra Celtic e Dons.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:46

Ma che FB ancora nel 2020? U.



Data: 11/8/2020 ore 19:46

TORINO - Dopo aver stretto i denti, adesso può allargare un po’ il sorriso: Matthijs de Ligt ieri era in patria con la fidanzata AnneKee come da documentazione Instagram. Felice, nonostante sa già che tornerà a giocare a pallone a metà novembre, giorno più, giorno meno. È infatti arrivato il momento, tanto rimandato, dell’intervento alla spalla destra, a cui seguirà intensa riabilitazione. L’olandese ha chiuso la stagione come un robot: pareva incurante del dolore e concentrato solo sul campo, ma sapeva già che avrebbe dovuto fermarsi a fine stagione. “È qualcosa che deve essere necessariamente fatto. Quello sarà il mio focus d’ora in poi, perché avrò bisogno di un po’ di tempo per recuperare”, ha detto dopo aver salutato la Champions League nella notte scura contro il Lione. Ormai inizia a esprimersi in buon italiano: non solo in campo, il prossimo anno il biondone olandese potrà solo migliorare anche nella lingua di Dante.
Questa è la settimana dell’intervento chirurgico per stabilizzare definitivamente la spalla, tormento di questa infinita stagione italiana. L’ha lussata per la prima volta un campionato fa: era novembre, la Juve sfidava in trasferta quei diavoli del Gasp a Bergamo e l’olandesone giocò tutto il secondo tempo con il dolore. Da quel momento in poi, De Ligt ha sempre camminato sul filo e solo un costante trattamento conservativo gli ha permesso di essere sempre in trincea. Del resto, serviva accanto a Bonucci vista l’assenza di Chiellini prima e Demiral poi. Per lunghi mesi De Ligt non ha fatto trasparire alcun dolore, poi dopo il lockdown la situazione si è complicata e la spalla è “uscita” più volte, come contro il Sassuolo. A quel punto, è diventata inevitabile la decisione di andare sotto i ferri: è l’unico modo per risolvere il problema con la spalla ballerina. Intanto, le sue ultime foto a torso nudo, con scenografica fasciatura da guerriero sotto alla maglia, sono particolarmente piaciute ai tifosi, sempre a caccia di immagine iconiche. Nella classifica dei bianconeri preferiti, il biondone ha nel tempo scalato molte posizioni.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:41

TORINO - Andrea Pirlo dovrà dare fondo a tutto il carisma di una carriera da campione del Mondo per gestire lo spogliatoio della Juventus. Perché in un mondo pallonaro (e non solo) in cui lo status si misura con quanto si guadagna, farsi rispettare fino in fondo quando prendi meno di un quindicesimo della tua stella (vero che Ronaldo fa gara a sé anche negli ingaggi) e comunque soltanto tre elementi della rosa incassano meno di te, non sarà così scontato.
A guardare il monte ingaggi dei bianconeri, soltanto Demiral (1,8 milioni), Buffon (1,5) e il terzo portiere Pinsoglio, amicone di CR7 (0,3) prendono meno di Pirlo, che ha firmato un biennale a 1,8 milioni a stagione più bonus e prenderà meno della metà dello stesso Maurizio Sarri, fresco di esonero ma che la scorsa estate aveva strappato uno stipendio annuo da 5,5 milioni. Mentre Max Allegri era a 7,5.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:28

PECHINO - Tre sconfitte di fila e un bilancio di 3 punti in 4 gare sono state fatali a Roberto Donadoni, sollevato dalla guida tecnica dello Shenzhen. Lo ha reso noto il club cinese con un comunicato in cui si annuncia di aver risolto l’accordo anche con lo staff.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:27

MADRID - Il Real Madrid ha fatto sapere in una nota che si è concluso il prestito del 27enne portiere francese Alphonse Areola, che non sarà riscattato e tornerà al Psg. Era arrivato la scorsa estate a Madrid nell’ambito del trasferimento di Keylor Navas nella capitale francese.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:26

MONZA - Altro colpo in attacco per il Monza, neo-promosso in B: dopo il danese Gytkjaer, arriva Mirko Maric, capocannoniere dell'ultimo campionato croato, dove ha realizzato 20 gol con la maglia dell'Osijek. Classe '95, Maric lascia l'Osijek dopo tre stagioni nelle quali ha messo a segno complessivamente 53 gol in 113 partite. Ha firmato un contratto fino al 2025 e dopo le vacanze sarà a disposizione di mister Brocchi.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:25

MADRID - AS annuncia che il Real Madrid ha deciso di riprendersi Martin Odegaard, 21enne centrocampista nazionale norvegese, che inizialmente doveva restare in prestito alla Real Sociedad una seconda stagione, dopo quella appena conclusa.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:24

MILANO - Il Milan non ha alcuna intenzione di privarsi del portiere Alessandro Plizzari, che quindi continua la sua trafila in prestito. Stavolta sbarca a Reggio Calabria, dove arriva con la formula del prestito secco. Ieri nel primo pomeriggio è atterrato all’aeroporto dello Stretto e stamane si sottoporrà alle visite mediche con la Reggina, neopromossa in B. Plizzari, che ha fatto tutta la trafila nelle nazionali giovanili fino al debutto in Under 21 lo scorso settembre, è considerato dal Milan il potenziale erede di Donnarumma e quindi mantenuto nell’orbita del club. Nella stagione appena conclusa ha difeso la porta del Livorno.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:22

GRANADA - Il centrocampista francese Gonalons saluta i giallorossi. Il Granada ha riscattato l'ex Lione per 4 milioni di euro, dopo la buona stagione disputata in Andalusia. Per Gonalons solo 16 presenze a Roma, poi due prestiti (Siviglia e Granada). Ora l'addio definitivo.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:21

MILANO - Parlare di "nuovo Ibra" è prematuro, e probabilmente anche controproducente. Un punto in comune, però, Emil Roback - svedese classe 2003, vicinissimo al Milan - e Zlatan ce l'hanno, ed è l'appartenenza all'Hammarby. Il 39 del Milan ne è co-proprietario, il diciassettenne da lì proviene e nella squadra di Stoccolma ha esordito, giovanissimo, tra i professionisti. A voler trovare un'altra somiglianza, il ruolo: Roback, come Ibra, è una punta centrale forte fisicamente. Basta questo per trovare una linea di continuità tra i due? Sicuramente no, ma se il Milan ha deciso di puntare sul ragazzo - in passato cercato con insistenza dall'Arsenal e dal Bayern - investendo circa 2 milioni di euro, qualcosina di sicuro deve esserci.
CHI È — Centottantasei centimetri, diciassette anni compiuti a maggio e primo contratto da professionista firmato lo scorso gennaio, Emil Roback sembra seguire un percorso di crescita abbastanza lineare e dal basso profilo: giovanili nell'Hammarby, un prestito all'IK Frej - squadra affiliata ai biancoverdi - con cui ha esordito in terza divisione mettendo in fila otto presenze e servendo un assist. A fine stagione il ritorno alla casa base, prima di una nuova - definitiva - partenza, questa volta direzione Milano. Nel 2019 ha esordito con l'Under 17 svedese, con cui ha segnato una tripletta nel derby scandinavo contro la Norvegia.
L'IDOLO HENRY — Il primo a non fare paragoni con Ibrahimovic è lo stesso Roback, che ha un idolo ben definito: "Thierry Henry. Spesso preparo le partite guardando i video delle sue giocate, penso di avere un po' il suo stile. Era un calciatore estremamente talentuoso". Come il francese, anche Roback è una prima punta a cui piace abbassarsi per prendere palle e aprire il campo agli inserimenti dei compagni o alle progressioni in solitaria. "È un giocatore veloce, forte fisicamente e un marcatore naturale", ha detto di lui il ds dell'Hammarby Jasper Jansson. Dotato di un buon dribbling, quando parte in campo aperto è quasi imprendibile per i pari grado. L'anno prossimo giocherà in Primavera, e per vederlo esordire tra i grandi ci vorrà ancora un po'. Ma Roback non sembra avere fretta.


Data: 11/8/2020 ore 19:18

BERGAMO - Si parte. E quando si torna, non si sa. Il bello è proprio questo. E chissà che non si possa andare in vacanza dal 24 agosto, giorno successivo alla finale di Champions League (gli scaramantici possono toccare ferro...). La missione final eight è partita ufficialmente alle 16.15 di ieri, orario di ritrovo per squadra e vari staff all’aeroporto di Orio al Serio dopo il lavoro del mattino al centro sportivo Bortolotti. Poi, circa 45’ dopo, la partenza per Lisbona dove alle 21 di domani, al Da Luz, l’Atalanta proverà a scrivere la storia: la propria e quella del calcio italiano. In Portogallo, per certi aspetti, si sentirà un po’ a casa: domenica hanno raggiunto il Portogallo il pullman ufficiale e due furgoni carichi di materiale sportivo e riserve alimentari sufficienti per 11 giorni (pasta, riso, affettati, formaggio, crostata...), “guidati” dallo chef di Zingonia, Gabriele, e dai suoi collaboratori.
Top secret il nome dell’hotel scelto dalla Uefa, che ha poi abbinato l’impianto dove Gomez&Co ("La Dea mi ha cambiato la vita", ha detto il Papu a Enganche) si alleneranno stamattina: è il Pina Manique, casa del Casa Pia, club neopromosso nella B portoghese. Nel pomeriggio altri tamponi (dopo quelli di domenica), walk around al Da Luz e conferenza di Gasperini, affiancato da De Roon. Presente per il match col Psg la dirigenza delle occasioni speciali: oltre a Luca Percassi, Umberto Marino, Roberto Spagnolo e Mirco Moioli (a.d., d.g., d.o. e team manager), anche il d.t. Giovanni Sartori, il d.s. Gabriele Zamagna e il segretario generale, Marco Semprini. Non mancherà, ovviamente, il presidente Antonio Percassi, a Lisbona in mattinata. Infine, a proposito di società, è stato ufficializzato l’accordo tra Atalanta e Intesa Sanpaolo che sarà sponsor, banking partner e main sponsor delle squadre del settore giovanile.
Theo news


Data: 11/8/2020 ore 19:9

Theo aggiungiamoci
Cri

SOLO BELLE FIE CRI! Theo


Data: 11/8/2020 ore 19:7





Data: 11/8/2020 ore 18:33

Monte Fumaiolo e liscio nelle casse.

BANDACCIA MON AMOUR

Cri


Data: 11/8/2020 ore 18:12

https://video.corriere.it/cronaca/vicenza-non-mostra-documenti-ragazzo-colore-fermato-una-presa-collo/6a745d6e-dbd3-11ea-abc9-41b5baff53c0


Data: 11/8/2020 ore 17:3

Andate in culo allora
Easy


Data: 11/8/2020 ore 16:19

Vabbè, non mi pare di aver detto neanche così tanto di male però
Easy


Data: 11/8/2020 ore 14:41

Un posto benedetto dal Signore quello
Easy


Data: 11/8/2020 ore 14:34

daje Tè!
Steve


Data: 11/8/2020 ore 14:14

https://www.repubblica.it/esteri/2020/08/11/news/coronavirus_l_annuncio_di_putin_la_russia_ha_registrato_il_primo_vaccino_-264384446/




Data: 11/8/2020 ore 14:12



dai cal vin.
teramo


Data: 11/8/2020 ore 14:11

ah ok Theo, mi sembrava strano infatti.
Easy


Data: 11/8/2020 ore 14:7

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_agosto_08/01-milano-01-milano-documentox-128corriere-web-milano-a12c2ef8-d940-11ea-89ec-853d2bb5ced9.shtml




Data: 11/8/2020 ore 14:5

sì hai ragione RCF, ma morire per una puntura di una vespa è assurdo, lui che era un vichingo alto atesino!
gran personaggio e ricordi di prima gioventù.
teramo


Data: 11/8/2020 ore 13:52



trova GDA e FUSER che combattono con i fiorentini a Campaldino contro gli aretini.

Nemici nemici e poi combattono da amici

Cri



[1] [2] [3] 4 [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login