Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 22/5/2020 ore 8:29

Buondì
Aperte le gabbie, pieno di anziani al volante che dopo 3 mesi di stop hanno scordato pure di guidare.
Menomale è venerdì. U.


Data: 22/5/2020 ore 8:28

ma è il cane lupo portafortuna del pisa?
RCF


Data: 22/5/2020 ore 8:27




Data: 22/5/2020 ore 8:24

Dai che è venerdì!

Cri


Data: 22/5/2020 ore 8:24




Data: 22/5/2020 ore 8:17

LIBIA: In merito ai pressanti report sul trasferimento di "soviet era jets" nelle basi aeree di Haftar non ci sono prove video-fotografiche. Per ora solo notizie non confermate.


Data: 22/5/2020 ore 8:15

Buongiorno dall'Urbe!

Cri


Data: 22/5/2020 ore 8:14

No Terry perchè incazzarmi, eccezionale, adoro ste cose. Sarei curioso di capire come c'è arrivata in Somalia!
RCF


Data: 22/5/2020 ore 8:12

buongiorno.

Qui stamattina tutti allegramente in giro in auto. piovono madonne
RCF



Data: 22/5/2020 ore 5:41

ROMA - Il mondo dello sport piange Claudio Ferretti. Dopo Ameri, Ciotti e Provenziali, se ne va un'altra voce storica di "Tutto il calcio minuto per minuto". Giornalista romano, 77 anni, figlio di Mario Ferretti che nel 1949 durante una tappa del Giro d'Italia coniò la frase "un uomo solo al comando, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome è Fausto Coppi", iniziò il suo percorso in Rai nel 1963.
Tre anni dopo era già parte integrante della storica trasmissione radiofonica. Negli anni '80 iniziò a collaborare con la televisione dove ebbe modo di condurre diverse trasmissioni sportive, quali "E' quasi goal", "Anni azzurri", "Telesogni" e "L'una italiana". Nella sua carriera seguì il calcio, la boxe (sua la radiocronaca del primo match tra Benvenuti e Monzon) e il ciclismo. Proprio le due ruote gli regalarono le emozioni più belle. Dal 1998 al 2000 condusse il Processo alla Tappa. Condusse anche il tg3 di cui è stato capo della redazione sportiva.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 5:30

LONDRA - Sono trascorsi appena pochissimi giorni dalla ripresa degli allenamenti ma in Premier League si allarga il fronte di coloro che sono preoccupati per la ripresa degli allenamenti in gruppo in questa fase in cui la battaglia col Coronavirus, è lungi dall’essere vinta e, anzi, resta una minaccia. Se negli scorsi giorni aveva fatto rumore il no al rientro in campo di Troy Deeney, capitano del Watford, oggi il fascicolo sportivo del Daily Telegraph riporta la notizia che anche N’Golo Kanté ha ottenuto dal Chelsea la possibilità di non allenarsi poiché preoccupato da possibili contagi.
Il quotidiano britannico sottolinea come i timori di Kanté siano derivati anche dalla drammatica storia di lutti per problemi di salute della sua famiglia: il centrocampista dei Blues, due anni fa ha perso il fratello a causa di un infarto, poco prima dello start del Mondiale 2018, e lo stesso mediano transalpino sempre due anni, prima di una partita contro il City, ha sofferto uno svenimento in allenamento per un possibile attacco cardiaco (i test a cui si è sottoposto successivamente non ha riscontrato danni o problematiche).
Lampard e il Chelsea hanno espresso tutta la loro vicinanza in questa fase al loro gioiello, che ha paura di poter essere contagiato restando a contatto coi compagni, ma è impossibile capire al momento quando e se Kante tornerà ad allenarsi con il resto della rosa. Purtroppo in questa fase-2, il rischio zero di poter contrarre il virus e risultare positivo non c’è. Bisogna imparare a convivere con il virus e non tutti reagiscono allo stesso modo, specie in questa fase in cui le incognite sono tante.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 5:8

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/21-05-2020/linee-guida-lega-serie-per-ripresa-campionato-lo-stop-il-coronavirus-3701169305726.shtml


Data: 22/5/2020 ore 5:5

DRESDA - I nuovi test effettuati su giocatori e staff della Dinamo Dresda hanno fatto emergere due nuovi casi di contagio. Il club della seconda divisione era già in quarantena per altri due casi di positività dallo scorso 9 maggio, fatto che aveva costretto al rinvio della partita contro l'Hannover, che si sarebbe dovuta giocare domenica scorsa.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 5:3

ABU DHABI - Slittano di un anno i campionati Mondiali di nuoto in vasca corta (25 metri). La rassegna originariamente in programma a dicembre del 2020 ad Abu Dhabi è stata infatti spostata al 2021 e si terrà nella stessa sede dal 13 al 18 dicembre. Lo ha reso noto la federnuoto internazionale, spiegando che la decisione è stata presa per l'incertezza ancora legata all'evoluzione della pandemia in tutto il mondo.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 5:3




Data: 22/5/2020 ore 5:2

TORINO - Quale futuro di Gonzalo Higuain? L’attaccante della Juventus si appresta ad iniziare gli allenamenti alla Continaassa dopo lo stop forzato per l’emergenza coronavirus, ma le voci di mercato che lo vedono protagonista non accennano a diminuire. Anzi… Dopo la pista argentina, ne spunta un’altra piuttosto plausibile.
Il futuro dell’attaccante della Juventus resta da decifrare. Higuain ha un contratto in scadenza nel 2021 con la Vecchia Signora e, anche secondo quanto dichiarato da suo padre, intende rispettarlo. Certo è, però, che nella mente del Pipita c’è la voglia di terminare sempre più vicino alla propria famiglia. L’ipotesi River Plate, infatti, resta semre la più accreditata nonostante le smentite. Una valida alternativa, però, secondo il Washington Post sarebbe offerta dalla Major League Soccer. Da quanto si apprende, infatti, il DC United, ex club di Rooney, vorrebbe portare una nuova stella nella squadra e avrebbe individuato in Higuain l’attaccante perfetto. Con lui, inoltre, ci sarebbe anche un altro Higuain, Federico, suo fratello. La dirigenza del club americano vorrebbe puntare forte sull’accoppiata in famiglia per portare lustro alla società e, ovviamente, anche risultati importanti. Da capire se i primi sondagi riceveranno risposta affermativa dal diretto interessato.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 5:1

io invece Theo la penso "stranamente" esattamente come Gigi; oggi per dire lu bar prendendomi la mia giusta dose di ingiurie mi so' fatto le mie birre in perfetta solitudine. sai cos'è? non c'è maniera di adottare mezze misure (almeno qui) quindi se dopo 2 tazze devo stare a riprendere un amico che mi urla in faccia (tanto qua da noi nei bar si urla non si parla) e ti abbraccia e tocca ogni 2 secondi senza rendersi conto, preferisco fare la figura dell'antisociale e del polemicon come direbbero a REZ, ma che vuoi mi sento già tanto stupido nel mio che mi basto.
io ad esempio sta fase 2 autogestita dalla responsabilità privata la boccio preventivamente e comunque andrà (speriamo benissimo) data la pochissima stima che ho della nostra popolazione e, in generale, del genere tutto.
il discorso economico ovviamente, neanche mi sfiora, essendo contrario a tutto e sottolineo tutto di questa economia in fase normale, figuriamoci in quella di pandemia, che anzi forse mi riconcilia su qualche cosa. piu' di qualche cosa...
io, è solo un esempio, ancora non prendo 1 lira, da inizio tutto e sto forzatamente quasi sempre a casa, non me la passo certamente bene, anzi, di merda, ma tiro avanti ringraziando tante piccole situazioni seppur faticose, invece sento che la voce più forte che si lamenta è al solito quella dei ricconi. sempre più arroganti. non gli basta mai. anzi no, scusate, loro è che vogliono farci fatià a noi morti di fame. grazie.
teramo


OMS


Data: 22/5/2020 ore 5:0

MANCHESTER - Sul web circola in anteprima la terza maglia del Manchester City della prossima stagione. Evidentemente non apprezzata. Come riportato dal Sun, FootyHeadlines sempre il primo ad arrivare sulle nuove divise da gioco, ha pubblicato il kit della terza maglia della squadra di Guardiola. Suscitando una marea di proteste. Eppure le intenzioni erano diverse. Il design, secondo gli autori, è un omaggio alla storia musicale di Manchester, con il motivo collegato al genere “Britpop” che ha influenzato per anni la cultura inglese e non solo.
ORRIBILE – Il risultato è una maglia senza dubbio originale, ma anche piuttosto discussa. E, agli occhi dei tifosi, discutibile. I sostenitori del City hanno bocciato senza se e senza ma la creatività della casa che produce la maglia degli attuali Campioni d’Inghilterra. Il primo commento non si è fatto attendere. “orribile”. Qualcuno è andato anche oltre. “Seriamente, non capisco perché lo sponsor tecnico pensa che sia una buona idea avere dei kit che somigliano a vetri rotti o cellule al microscopio. Credo che convincere meno persone possibile ad acquistare le magliette sia un pessimo modello di business”.
CORONAVIRUS – Ognuno ha una interpretazione originale della maglia del City. Qualcuno la definisce un “vetrino” altri parlano di “cellule sulla maglietta” fornendo l’assist al commento che evidentemente spicca su tutti gli altri. “Questa maglia è “Edizione Coronavirus” scatenando le reazioni degli altri fan. I più arrabbiati si chiedono chi è che prenda le decisioni fra i designer o di chi sia la “mano” che ha prodotto questa maglietta. Altri invece ritengono che chiudere il rapporto sia la soluzione migliore. “Ogni volta che vedo uno di questi design hipster, maledico il giorno in cui abbiamo firmato in contratto con questo sponsor tecnico”.


Data: 22/5/2020 ore 4:58

MANCHESTER - Il coronavirus ha creato enormi disagi. Dopo l’emergenza sanitaria occorrerà fronteggiare anche quella economica. La crisi, in Premier, non risparmia nessuno. Nemmeno un colosso come il Manchester United. La dirigenza è fiduciosa ma i conti sono in rosso.
L’OTTINISMO – Come riporta Sky Sport UK, Ed Woodward, ceo del club, descrive le difficoltà del momento. Il dirigente però lascia trapelare ottimismo sulle chance del club di rimanere altamente competitivo. Anche in vista degli investimenti legati al prossimo mercato estivo. Le difficoltà nascono dalla scarsa affluenza allo stadio dall’attesa dei proventi dei diritti televisivi. “Viviamo uno dei momenti più difficili della storia del club. Siamo in una buona situazione, sia operativamente che finanziariamente per navigare in questa crisi globale ma è necessario ripartire. Speriamo di tornare presto a giocare e costruire qualcosa di importante sulla base del buon momento che stavamo attraversando a metà marzo”.
LA SITUAZIONE – Lo United ha i conti in rosso. Il club ha registrato una perdita generale di 3,3 milioni di sterline tra il primo gennaio e il 31 marzo. In generale lo United ha un calo negli utili del 18,7% rispetto allo scorso anno. E il debito è aumentato del 42% raggiungendo i 429,1 milioni di sterline. Woodward però è convinto che il club possa cavarsela. “Il focus rimane sulla salute e il benessere dei nostri colleghi, tifosi e partner di tutto il mondo. Siamo estremamente fieri di come tutti coloro che sono connessi al club abbiano risposto durante la crisi. Attraverso la nostra fondazione benefica abbiamo fornito assistenza e aiuti economici a ospedali, scuole e istituzioni della nostra comunità, nonché supporto per i lavoratori in prima linea e i tifosi più vulnerabili. Sono azioni che riflettono i valori fondamentali su cui si fonda da sempre il Manchester United, che ci hanno tenuto in piedi nella nostra storia e serviranno per superare questo momento così complicato”.


Data: 22/5/2020 ore 4:56




Data: 22/5/2020 ore 4:56

MADRID - Il lavoro degli arbitri non è semplice. Anche se a volte si tende a dimenticarlo, sono degli esseri umani. E come tali sono suscettibili a errori, pregiudizi e passioni. Del resto persino chi dirige partite, anche di altissimo livello, per mestiere, da ragazzo avrà avuto una squadra del cuore. E spesso e volentieri, a seguito di qualche prestazione non proprio perfetta, scattano i sospetti riguardo il “tifo” degli arbitri. Non si tratta però di un costume solo italiano, anzi. In Spagna la polemica è tornata a montare addirittura ora che il campionato è fermo. Ed è tutto merito (o colpa…) delle dichiarazioni dell’ex fischietto Eduardo Iturralde González.
NUMERI – Il basco, che ha smesso di arbitrare nel 2012, in carriera ha diretto partite molto importanti e parecchie volte si è trovato ad arbitrare il Clasico, la partita più importante della Liga. Nessun problema per lui, che non ha in simpatia nè il Real nè il Barcellona, ma per i suoi colleghi decisamente sì. Già nel 2014 a Marca TV aveva parlato del tifo degli arbitri del campionato spagnolo. E stavolta, su precisa richiesta dei giornalisti di Cadena SER, ha dato addirittura…i numeri: “Il 90% degli arbitri è del Real Madrid e il 10% del Barcellona”. Non proprio cifre in grado di tranquillizzare gli animi, soprattutto in caso di polemiche. Il discorso è legato alle dichiarazioni passate di Iturralde González, che qualche anno fa si era concentrato sulle squadre preferite dei colleghi.
TIFO – All’epoca il basco non aveva dato cifre, limitandosi a spiegare che è impossibile pretendere degli arbitri-robot, ma che un direttore di gara deve per forza di cose tralasciare le sue passioni calcistiche. “Gli arbitri spagnoli non vengono mica da Marte, se fai questo mestiere è perchè ti piace il calcio. E se ti piace il calcio, hai una squadra preferita. Io sono fortunato, sono di Bilbao e la gente tifa Athletic. Ma nel resto della Spagna, tantissimi tifano per il Real Madrid e per il Barcellona, perchè sono le squadre che vincono. E anche per gli arbitri vale la stessa cosa, la maggior parte di loro tifa Real. Ma questo non significa che quando lo dirigono non sono professionali”. Sarà, ma sapere che 9 fischietti su 10 preferiscono i Blancos…non farà piacere a nessuno..


Data: 22/5/2020 ore 4:54

io invece Theo la penso "stranamente" esattamente come Gigi; oggi per dire lu bar prendendomi la mia giusta dose di ingiurie mi so' fatto le mie birre in perfetta solitudine. sai cos'è? non c'è maniera di adottare mezze misure (almeno qui) quindi se dopo 2 tazze devo stare a riprendere un amico che mi urla in faccia (tanto qua da noi nei bar si urla non si parla) e ti abbraccia e tocca ogni 2 secondi senza rendersi conto, preferisco fare la figura dell'antisociale e del polemicon come direbbero a REZ, ma che vuoi mi sento già tanto stupido nel mio che mi basto.
io ad esempio sta fase 2 autogestita dalla responsabilità privata la boccio preventivamente e comunque andrà (speriamo benissimo) data la pochissima stima che ho della nostra popolazione e, in generale, del genere tutto.
il discorso economico ovviamente, neanche mi sfiora, essendo contrario a tutto e sottolineo tutto di questa economia in fase normale, figuriamoci in quella di pandemia, che anzi forse mi riconcilia su qualche cosa. piu' di qualche cosa...
io, è solo un esempio, ancora non prendo 1 lira, da inizio tutto e sto forzatamente quasi sempre a casa, non me la passo certamente bene, anzi, di merda, ma tiro avanti ringraziando tante piccole situazioni seppur faticose, invece sento che la voce più forte che si lamenta è al solito quella dei ricconi. sempre più arroganti. non gli basta mai. anzi no, scusate, loro è che vogliono farci fatià a noi morti di fame. grazie.
teramo


Data: 22/5/2020 ore 4:53

PARIGI - Le voci sul presunto flirt tra l’asso del Paris Saint-Germain, Neymar, e la modella Natalia Barulich si rincorrono da tempo, e le ultime immagini postae dai due sui social lasciano intendere che effettivamente ci sia della complicità. Il fuoriclasse brasiliano ha posato per un servizio fotografico per l’edizione russa della rivista GQ, insieme alla ex fidanzata del cantante Maluma.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 4:52

CINCINNATI - Adesso è ufficiale, Jaap Stam è il nuovo allenatore del FC Cincinnati. Lo ha comunicato lo stesso club della Major League Soccer, attraverso una nota ufficiale sul suo sito ufficiale e ripreso dai profili social della MLS. Japp Stam torna in panchina dopo l’avventura al Feyenoord, terminata con le dimissioni dell’ex rossonero. L’olandese ha firmato un contratto fino al 2021 con l’opzione di rinnovo per l’anno successivo.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 4:51

CATANIA - Grandi firme sul Catania che verrà? Il comitato per l’acquisizione del club rossazzurro ha composto l’organigramma societario e tecnico inserendo anche nomi noti a livello nazionale. Spiccano, infatti, quelli di Vincenzo Guerini e di Massimo Mauro. Guerini, ex calciatore di Brescia e Fiorentina negli Anni Settanta, è stato allenatore per oltre trent’anni: tra i club guidati Empoli, Pisa, Bologna, Catanzaro, Brescia, Napoli, Reggina, Piacenza e lo stesso Catania (nel 2000 e nel 2003) oltre ad aver coperto il ruolo di club manager nella Fiorentina dal 2011 al 2016 con una parentesi in panchina dopo l’esonero di Delio Rossi per la rissa con Ljajic il 3 maggio 2012. Guerini portò alla salvezza i viola. Massimo Mauro è stato calciatore di Catanzaro, Udinese, Juve e Napoli (ha giocato con Zico, Platini, Maradona), ha vestito la maglia dell’Under 21, ma è stato anche presidente del Genoa dal 1997 al 1999. Tra le attività anche quella di politico (deputato dal 1996 al 2001 con diverse coalizioni) e di commentatore sportivo per Sky sport.
Nell’organigramma figurano anche Maurizio Pellegrino in qualità general manager (è stato allenatore del Catania nel 2002, al fianco di Ciccio Graziani conquistando la promozione in serie B e poi nel finale di stagione 2014 in Serie A) e Fabio Pagliara in qualità di presidente. Pagliara è attualmente segretario generale della Federazione di Atletica leggera, ma ha coperto incarichi dirigenziali nella Federvolley e nella Federazione di hockey su prato. Lunedì verrà esaminata, nel corso di un’udienza in tribunale, la condizione attuale del Catania calcio. Si potrebbe anche arrivare al fallimento cancellando 74 anni di storia o alla cessione dell’attuale cordata che si è costituita in Spa per rilevare azioni, titolo sportivo e il centro allenamenti di Torre del Grifo.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 4:48

BRESCIA - Nemmeno oggi Mario Balotelli si è presentato a Torbole Casaglia. L’attaccante del Brescia, in assenza di una convocazione ufficiale del club, preferisce continuare le sedute d’allenamento a casa e dintorni in città piuttosto che “prenotare” la personale sessione nel centro sportivo alle porte del capoluogo. E da Instagram lascia partire il suo commento: “Smettetela di scrivere putt...”.
LA SITUAZIONE — Balotelli resta ormai quasi l’ultimo dei giocatori di Diego Lopez (in quarantena fino a domenica, solo da lunedì potrà tornare in campo e guidare la squadra) ad aver scelto di correre e mantenersi attivo per conto proprio senza farsi vedere al centro sportivo. Al di là della scelta facoltativa di ciascun elemento della rosa, inizia a emergere sempre più netto il distacco tra lui e il progetto Brescia, tra lui e il presidente Massimo Cellino. Il contratto dell’attaccante sfumerebbe in automatico in caso di retrocessione del Brescia, ma l’impressione è che ormai lui e la squadra della sua città vivano su pianeti diversi. Il futuro di Balotelli è comunque tutto da scrivere, nonostante lo stesso numero 45 durante una delle dirette Instagram effettuate nel periodo di quarantena abbia detto di trovarsi a suo agio nella sua città e nella squadra della sua città.
IL FUTURO — Difficile tratteggiare un Brescia in B con Balotelli che dovrebbe ritoccarsi nettamente lo stipendio verso il basso e mettere la testa in un campionato che non ha mai affrontato. Perché quando l’Inter lo acquistò nel 2006, Mario aveva mosso i primi passi nei professionisti a Lumezzane in C1 balzando poi direttamente nella Primavera nerazzurra e quindi in Serie A. Lo scenario più perseguibile sembra quello di un Balotelli di nuovo all’estero. In Turchia il Galatasaray è una suggestione, così come il Flamengo in Brasile. Al momento, però, c’è il Brescia che lo attende per qualche seduta individuale con lo staff. Così, giusto per verificare lo stato di avanzamento della preparazione.


Data: 22/5/2020 ore 4:45

BRESCIA - Dieci dipendenti del Brescia evacuati dalla sede di via Solferino per una fuga di gas. Tanto spavento, ma nessuna conseguenza. Nel pomeriggio alcuni cittadini hanno chiamato i Vigili del Fuoco dopo aver avvertito un forte odore di gas provenire dalla palazzina che ospita la sede del club. I dipendenti negli uffici e il presidente Massimo Cellino sono scesi in strada mentre i Vigili del fuoco hanno ricostruito la fonte del problema, ovvero un rubinetto di un contatore situato in cantina. Un'ora e mezza, tanto è durata la messa in sicurezza dell'edificio.
Theo news


Data: 22/5/2020 ore 4:27




solo per VP e Gedeone.
teramo


Data: 22/5/2020 ore 2:31



a proposito ReZ, mia amica gg. fa mi manda sta foto dalla Somalia. esattamente?
spero non t'incazzi pure sta volta :-)
teramo


Data: 22/5/2020 ore 2:23

contentissimo delle mammografie per RCF...sembrava di ascoltare i lamenti di un cucciolo di balena solo e disperso nell'oceano...)))
domani metti due video music dei tuoi a cella ritt però :-)
teramo


Data: 22/5/2020 ore 2:0

che poi ironia della sorte le bollette dell'elettricità, canone rai compreso, a Teramo le gestisce da anni una compagnia di Potenza!
teramo


Data: 22/5/2020 ore 1:32

da quando i casertani hanno portato la fibra, abbiamo meno connessione e più interruzioni di energia a Teramo rispetto a Grand Bassam durante la stagione delle piogge...degni gemellati dei ternani..
teramo


Data: 22/5/2020 ore 1:11

buonanotteramana.
teramo


Data: 21/5/2020 ore 23:59

Diciamo che CC e VVUU intervengono sugli assembrramenti ma non sanno neanche loro il perch¨¦ e le modalit¨¤

Cri


Data: 21/5/2020 ore 23:56

Ma ste zinnone???

Cri


Data: 21/5/2020 ore 23:11




Data: 21/5/2020 ore 20:59





Data: 21/5/2020 ore 20:53

Scominsemo. Theo


Data: 21/5/2020 ore 20:53

Lega serie A: spunta l’idea di scudetto al Vicenza. Mantova in Promozione.


Data: 21/5/2020 ore 20:49






[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] 14 [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login