Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 11/8/2019 ore 3:7

CLEVELAND - Lo sport americano offre spesso storie di redenzione, varia umanità, personaggi con alle spalle esperienze di vita vissuta che vanno ben oltre quanto mettono in mostra sul campo o sul parquet. Ma quella del 24enne Damon Sheehy-Guiseppi non capita di sentirla tutti i giorni. Il ricevitore dei Browns, autore di un touchdown da 86 yard su punt return nella prima amichevole di preseason vinta 30-10 su Washington, è riuscito a intrufolarsi in un provino spacciandosi per amico di un dirigente della squadra, dopo aver dormito per notti all’addiaccio nella speranza di ottenere una chance per dimostrare il suo valore.
SENZA SOLDI — La strada percorsa da Damon per arrivare a indossare la maglia dei Browns è forse unica nella storia della Nfl. Sheehy-Guiseppi inizia la carriera sportiva come cestista, ma dopo un incidente d’auto, non riesce nemmeno a strappare una borsa di studio al modesto Mesa Community College. A quel punto si concentra sull’atletica, cercando di lavorare sulla massa muscolare e la velocità. E’ solamente al 3° anno di università - dopo averne passato uno a fare l’installatore di allarmi - che passa al football, al Phoenix College. I numeri a livello di junior college erano impressionanti, ma il suo ruolo era limitato a quello di ritornatore, mentre lui sognava di fare il wide receiver. “Forse pagai il fatto di essere troppo riservato - ha raccontato Damon - Non riuscii a costruire un rapporto di confidenza con gli allenatori”.
STRADA — La strada che porta alla National Football League pare una parete impossibile da scalare per uno sconosciuto che nessun scout aveva mai visto giocare, con un solo anno di college e due passati ad allenarsi da solo. Ma la testardaggine di Damon lo spinge a non mollare. Usando le ultime miglia di sua mamma, prende un volo per Miami dopo essere venuto a conoscenza da un amico di un amico, durante una partitella di flag football, di un provino che i Browns avrebbero tenuto da quelle parti. Arrivato in Florida, dorme per una settimana in una palestra aperta 24 ore su 24 e poi sul prato davanti all’impianto di Pete Bommarito, rinomato trainer che prepara i giocatori per i “combine Nfl” , vetrina in cui si mettono in mostra i migliori talenti prima del draft. Il problema è però come entrare per il provino, visto che il suo nome non è nella lista. Damon così si documenta su Alonzo Highsmith, direttore del personale dei Browns, e una volta arrivato al cancello, riesce a convincere gli addetti alla sicurezza di far parte del gruppo, essendo stato chiamato personalmente da Highsmith. Il trucco funziona. Ovviamente Highsmith appena lo vede gli chiede: “E tu chi sei?”. Damon riesce a convincerlo e si mette in luce al punto che il direttore del personale decide di concedergli un’ulteriore chance, dicendogli di presentarsi nell’Ohio per il training camp dei Browns.
VELOCITÀ — Sheehy è al settimo cielo, ma anche senza un dollaro. Continua a dormire tra palestra, spiaggia e prati, allenandosi tutti i giorni e andando in una lavanderia per ricaricare il telefonino, mangiando una volta al giorno con qualche soldo che la madre e gli zii gli mandano dall’Arizona. Riesce a racimolare qualche altro dollaro per arrivare a Berea, sede del training camp dei Browns, dove continua a stupire tutti con la sua velocità. “E’ incredibile - racconta Highsmith - Due anni senza giocare, allenandosi da solo, e ancora corre così veloce. Vuol dire che è un ragazzo davvero speciale e merita una chance”. Ora, con 3 pasti al giorno e un posto dove dormire, Damon riesce a sfruttare al massimo le sue potenzialità.
IN META — Si arriva così a giovedì, alla prima amichevole di preseason contro i Redskins. Quarto periodo, Washington è costretta al punt. Damon si fa trovare pronto, come sempre, e lo riporta in touchdown correndo quelle interminabili 86 yard come se fosse rincorso dal diavolo. La panchina impazzisce, sembra abbiano vinto il Super Bowl. “Voglio sfruttare al massimo la chance che mi è stata concessa” racconta poi Sheehy-Guiseppi. Sarà molto difficile che riesca ad entrare tra i 53 che faranno la squadra. La sua è comunque già la storia dell’anno nella Nfl. Compisse il miracolo, beh, diventerebbe quella del secolo.


Data: 11/8/2019 ore 3:1

VERONA - L’Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo con diritto di opzione, le prestazioni sportive del centrocampista Valerio Verre dalla società UC Sampdoria.
Il classe 1994 in carriera ha vestito le maglie di Roma, Siena, Palermo, Pescara, Sampdoria e Perugia, e proprio in Umbria nella scorsa stagione è sceso in campo in 36 occasioni andando a segno per 12 volte.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 3:0

BUENOS AIRES - Dopo l’incontro a casa Maradona, il Pibe de Oro è tornato a parlare dell’arrivo di Daniele De Rossi al Boca Juniors. La leggenda argentina si è concessa infatti ai microfoni di Radio la Red, esaltando ed elogiando il nuovo centrocampista xeneizes: “È tifoso del Boca, è venuto a trovarmi a casa, va conoscendo il nostro mondo e continua a sorprendermi in positivo. E’ uno che in carriera ha guadagnato un sacco di soldi ma è venuto in Argentina nonostante gli raccontassero che qui sono capaci di ucciderti per un paio di scarpe. Mi ha parlato della famiglia, ha detto agli amici di Roma che veniva a trovarmi e gli hanno chiesto di mandare loro delle foto di noi due. E’ incredibile che sia arrivato al Boca un ragazzo così: in Qatar gli avrebbero dato 30 milioni all’anno ma ha scelto l’Argentina e il Boca perché mi vedeva allo stadio quando giocavamo nella Libertadores o affrontavamo il River. E’ un dono di Dio“.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 2:58

LONDRA - La sfida fra West Ham e City è senza storia, ma a raccontarne diverse ci pensano Sterling (tripletta e pallone a casa) e soprattutto il Var. Con la…moviola in campo in 3D non sfugge alcunché. E quello fra Var e Premier sembra un rapporto destinato ad essere complicato. I tifosi inglesi sono molto suscettibili alla presenza dell’occhio elettronico in campo: la ricerca della perfezione appare un concetto che evidentemente deve essere ancora digerito.
ESASPERANTE – Tutto nasce dal non gol dello o-3 del City , annullato per pochi millimetri a Jesus. E poi, quando lo 0-3 è arrivato davvero, con Sterling, ancora una volta è stato necessario l’ausilio del “grande fratello” sul campo. Quanto basta per indispettire e non poco i tifosi e i commentatori. E anche gli spettatori neutrali. Sensazioni e riflessioni si possono tastare ovviamente sui social, vere e proprie agorà dove commentare, anche in tempo reale il match e le evoluzioni della partita. Proprio questo il punto. A quanto pare, gli inglesi amano discutere di calcio, più che di episodi da moviola.
RIGORE – La misura si colma in occasione del penalty di Aguero: si è ricorsi all’intervento VAR per decretare il rigore, poi per farlo ripetere. A “peggiorare” le cose ci pensa el Kun che si fa neutralizzare la prima esecuzione. Il suo primo tentativo è respinto da Fabianski, ma…fermi tutti: non va bene perchè qualcuno è entrato in area. Si ripete. Aguero ci riprova e segna la rete del 4-0. E i commenti dei tifosi neutrali fioccano: “Questa situazione del VAR sta sfuggendo un po’ di mano. Gli sfidanti, nel bene o nel male, stanno uccidendo il momentum e lo spettacolo”.
Nessuna discussione sulla onestà del punteggio, che premia nettamente e comunque la squadra più forte, ma l’incidenza della moviola in campo ha esasperato i tifosi. Uniti da un minimo comune denominatore. Il fair play e il rispetto del verdetto del campo. Quello che non va giù, è l’interruzione. “Genera discussioni e rompe l’atmosfera”.


Data: 11/8/2019 ore 2:54

https://www.gazzetta.it/basket-italiano/10-08-2019/verso-mondiali-l-italia-sacchetti-verona-batte-venezuela-72-54-3401579007431.shtml


Data: 11/8/2019 ore 2:52

FERRARA - Pochi giorni fa Leonardo Semplici, allenatore della Spal, aveva auspicato la soluzione della vicenda dello stadio di Ferrara, che era stato sequestrato per presunte irregolarità nelle procedure di collaudo dei lavori di ampliamento eseguiti nel 2018 dopo la promozione in Serie A del club. La società e il Comune erano considerati parti lese e otto erano gli indagati. Oggi l’allenatore della Spal può sorridere, almeno parzialmente. La procura di Ferrara, infatti, ha dissequestrato lo stadio Paolo Mazza disponendone la restituzione al Comune. Il consulente della procura ha depositato una relazione preliminare che evidenza una serie di non conformità tecniche, ma in base alla quale le strutture hanno un livello di sicurezza globale "accettabile". E c’è la necessità di un intervento per rendere lo stadio conforme e sicuro nel lungo periodo. Tuttavia, la tipologia dei lavori da effettuare sarà chiarita soltanto dai controlli del perito (la deadline è fissata per il 15 ottobre). Nel frattempo, si giocherà regolarmente, sia in Coppa che in campionato.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 2:45

VALENCIA - “Handanovic my paella for your shirt”. Non è in inglese ma in sloveno la richiesta che un giovane tifoso presente al Mestalla per Valencia-Inter fa ad Handanovic. “La mia paella per la tua maglietta”. Il ragazzino lo scrive in sloveno e propone uno scambio con il capitano nerazzurro: gli offre la paella valenciana ma chiede in cambio la maglia numero uno che indossa nella gara contro la squadra spagnola. Il cartellone ha fatto capolino tra i tifosi e ha fatto sorridere i tifosi nerazzurri, tanto da aver fatto in un attimo il giro dei social.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 2:44

BOLOGNA - Che rimonta. Bologna vede ancora le streghe in casa contro il Parma, che aveva vinto le prime 2 partite della semifinale scudetto, ma riesce a chiudere la serie su 5 per 3-2, grazie al 5-4 di gara-5. Dopo una partita incredibile, dopo 3 ore di gioco, la squadra di Lele Frignani, che ha vinto la Coppa Campioni e chiuso in testa la stagione regolare, batte i parmigiani soffrendo patemi sino all’ultimo lancio e si qualifica dunque per la finale scudetto di baseball contro il San Marino di Mario Chiarini (già qualificato dopo il 3-1 su Nettuno). La serie tricolore su 5 scatterà venerdì 16 agosto. A Parma come un anno fa restano solo gli applausi per averci provato coraggiosamente.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 2:41

https://video.gazzetta.it/san-lorenzo-presentazione-fratelli-romero-alla-holly-benji/eb49b2fa-bba3-11e9-a54f-6f1340e3d2bb?vclk=Videobar


Data: 11/8/2019 ore 2:30

ciao Carle'. un saluto live anche dalla fia.
teramo


Data: 11/8/2019 ore 2:26

buonanottestate.
teramo


Data: 11/8/2019 ore 2:25

COLUMBUS - La MLS si prepara ad accogliere l’ultimo derby in ordine temporale: Columbus Crew vs Cincinnati FC, denominato dai rispettivi tifosi appunto “Hell is Real!”. Ecco perché: due città separate da 175 km (pochissimi, considerando le distanze americane) e una strada ad unirle, l’Interstate 71: proveniendo da Cincinnati verso Columbus appare questo cartello “Hell is Real” eretto circa 30 anni fa per spronare la gente a riflettere sulla propria fede e le proprie scelte. Oggi, anche in MLS, ha un significato decisamente meno profondo.
Cincinnati è la rivale geografica che Columbus aspettava fin dall’inizio, essendo i Crew una delle squadre nate con la MLS nel 1996. L’arrivo di Cincy in USL nel 2015 ha acceso la fiammella che è diventata fuoco nel 2017 nel primo (e finora unico) match ufficiale in US Open Cup (vinto 1-0 da Cincinnati) ed ora destinata ad ardere in MLS con la prima sfida di sempre in campionato.
Theo news


Data: 11/8/2019 ore 1:52

Data: 10/8/2019 ore 9:15

Anny io t'ho capito, ma te che hai detto?

Cri

Bella Cri, poi con calma e se vuoi me lo spieghi !

buone vacanze, bevi moderatamente e sopratutto rispetto alle segnalazioni da fregene, reclamo una foto come minimo, vista la quantità che citavi !

Annibal sez stramaledette


Data: 11/8/2019 ore 0:59

Uottesenao mostarda???

Cri


Data: 10/8/2019 ore 20:57




Data: 10/8/2019 ore 20:50



>img src=https://scontent-iad3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/41810897_989002567938950_7409420052820131840_n.jpg?_nc_cat=109&_nc_oc=AQlmyrr6p51EZNS1j_VdJ7by544wLCxhxStqGKKeDsUxXGijgj7RqzDuiC166whg_xE&_nc_ht=scontent-iad3-1.xx&oh=995429ef40dc1fa968d72a68434c9a23&oe=5DE341A7>


Data: 10/8/2019 ore 20:48

Il pub si chiama Four Courts, è un Irish pub. Theo


Data: 10/8/2019 ore 20:47




Data: 10/8/2019 ore 20:47

https://www.facebook.com/ROMACLUBDC/

ECCOLI QUA! Theo


Data: 10/8/2019 ore 20:45

Cri, ti segnalo che a Clarendon - una zona di Arlington in Virginia - c'è un pub dove fanno vedere tutte le partite della Roma, e c'e' un Roma club che porta sulle 25-30 persone ad ogni partita. Theo


Data: 10/8/2019 ore 18:43

Segnalo grossa quantità di buci di culo

Cri


Data: 10/8/2019 ore 18:42

Buon pomeriggio da Fregene!

Cri


Data: 10/8/2019 ore 16:35

Comunque una sola cosa e’ già scritta: Zingaretti zompa.
Centro studi politici heather parisi Lignano sabbiadoro.


Data: 10/8/2019 ore 16:33

Giornata afosa se ce n’e’ una.
Vaiper



Data: 10/8/2019 ore 16:26

GDA TORNA


Data: 10/8/2019 ore 9:41





Data: 10/8/2019 ore 9:15

Forza Magica Roma!!!

Cri


Data: 10/8/2019 ore 9:15

Anny io t'ho capito, ma te che hai detto?

Cri


Data: 10/8/2019 ore 9:14

Buongiorno dall'Urbe!

Cri


Data: 10/8/2019 ore 8:29

Buondì
No english night lessons? U.


Data: 10/8/2019 ore 8:9

LONDRA - David Luiz all’Arsenal. Uno dei colpi più “rumorosi” dell’ultimo giorno di mercato in Premier. Il centrale brasiliano attraversa Londra e sceglie la parte nord della città per continuare a vincere. Come riportato dal Sun, ritiene che il ciclo al Chelsea sia finito. E lui affascinato da questa sfida professionale, vuole ancora andare a caccia di trofei.
CICLO – Le parole dell’ex centrale difensivo dei blues non lasciano molto spazio a interpretazioni. “Mi sono detto che il ciclo è finito. È stata una conversazione tra me e il Chelsea. Ho avuto l’opportunità di venire in un altro grande club e ho accettato immediatamente. Nella mia vita, mi è sempre piaciuto affrontare alcune sfide. Non ho affatto paura di provare nuove esperienze. Forse non troppi giocatori farebbero questo tipo di mossa, forse sarebbero spaventati o qualcosa del genere, ma io credo sia stimolante”.
VINCERE – I gunners hanno investito massicciamente sul mercato per non lasciare niente di intentato in vista della nuova stagione. David Luiz ne è consapevole. Ha scelto l’Arsenal anche per questo. “Tutti conoscono l’Arsenal, anche fuori dall’Inghilterra. Si parla di un grandissimo club. In tutta la mia carriera, sinora, ho sempre iniziato la stagione con l’obiettivo di vincere trofei. E qui non sarà certamente diverso, sono arrivato qui proprio con questa idea. Anzi, è stata proprio questa prospettiva a convincermi a lasciare il Chelsea”.
EMERY – Anche la presenza di Emery potrebbe essere stata un fattore determinante. I due hanno condiviso una esperienza in comune a Parigi. “Emery ha avuto una buona parte di “responsabilità” in questo trasferimento. Lo conosco, così come conosco l’ambiente e altri giocatori”. Infine una battuta sulle possibili difficoltà difensive. “Beh, perlomeno ora so che posso avere al mio fianco Lacazette e Aubameyang. Un buon punto di partenza per dire che sia già molto più facile”


Data: 10/8/2019 ore 8:7

MANCHESTER - Il ManchesterCity si tiene stretto Ilkay Gundogan e, ad un anno dalla scadenza del contratto, spazza via ogni dubbio ed ogni voce di mercato blindandolo fino al 2023.
Il centrocampista tedesco di origine turca ha rinnovato il proprio contratto con i campioni d’Inghilerra per altri quattro anni. Con un comunicato ufficiale diffuso tramite i propri canali, i Citizens hanno infatti annunciato l’accordo con l’ex Borussia Dortmund.
Attraverso il sito ufficiale e i canali social del club inglese, lo stesso Gundogan ha espresso la propria gioia per il proseguimento della sua carriera con il Manchester City: “Sono molto felice. Mi sono divertito moltissimo negli ultimi tre anni al Manchester City, mi sono sentito a casa sin dal primo giorno”.
Il calciatore era arrivato a Manchester nel 2016 e nell’ultima stagione era stato al centro di diversi rumors di mercato che lo volevano in partenza. Su di lui c’erano anche l’Inter e altri club italiani.
Theo news


Data: 10/8/2019 ore 8:5

AMBURGO - Situazione complicata, situazione intricata. Il futuro di Bakery Jatta è avvolto dalle nubi. Il giocatore dell’Amburgo è accusato di essere arrivato in Germania nel 2015 presentando documenti falsi. Stando a quanto ricostruito dalla Bild, Jatta non sarebbe realmente nato nel 1998 come da lui affermato, ma si chiamerebbe Bakary Daffeh e avrebbe già 23 anni. Ieri però il giocatore africano si è incontrato con i dirigenti dell’Amburgo ribadendo di non aver mentito sulla propria identità. E il club si è schierato compatto con lui.
Ieri Jatta è stato il primo a entrare in campo per l’allenamento dell’Amburgo, dietro di sé aveva la squadra al completo. I circa 200 tifosi presenti gli hanno dedicato diversi cori e un lungo applauso, dimostrandogli affetto e sostegno. Lunedì scorso però Jatta ha giocato la partita vinta dall’Amburgo in campionato contro il Norimberga, che ha quindi presentato ricorso presso il giudice sportivo chiedendo i 3 punti a tavolino. Al momento la DFL, in mancanza di prove relative alla falsa identità di Jatta, non vieterà all’africano di giocare. Intanto però l’ufficio distrettuale di Amburgo sta indagando: oggi verrà inviata una lettera al giovane nella quale verranno formalizzate le accuse che lo riguardano. A quel punto il giocatore avrà 14 giorni per rispondere. Allo stesso tempo verranno fatti controlli anche sull’autenticità del permesso del suo soggiorno. Perché la situazione di Jatta al momento è complicata e intricata. E bisognerà fare chiarezza in fretta.
Theo news


Data: 10/8/2019 ore 8:3

LONDRA - Solo ieri hanno finito di spendere oltre un miliardo e 400 milioni di sterline per acquistare nuovi giocatori, ai quali corrispondono stipendi faraonici. Ma agli addetti a servizi come sicurezza, pulizia e ristorazione pagano salari a malapena sufficienti per sopravvivere. È questa l’accusa rivolta ai club di Premier League da Citizens Uk, ente benefico britannico. “Le società di calcio”, sostiene l’organizzazione, “hanno perso il contatto con le vite e le battaglie dei lavoratori”, e vedere gli impiegati “ridotti sul lastrico" è "ingiusto, viste le cifre che le squadre stanno sprecando per i calciatori”. Durante l’ultima sessione di mercato, che in Inghilterra si è conclusa ieri, i club hanno fatto acquisti per 1,41 miliardi di sterline (1,53 miliardi di euro, al cambio): appena al di sotto del record di 1,43, risalente al 2017. Citizens Uk è un’associazione di community organising molto popolare in patria (nel 2010, a tre giorni dalle elezioni per il Parlamento, ospitò addirittura un dibattito fra i leader dei principali partiti politici). Ecco perché l’attacco fa notizia nel Regno Unito. Nel 2001, l’ente lanciò la Living Wage Foundation, organizzazione che punta a convincere i datori di lavoro a riconoscere ai dipendenti un salario minimo di sussistenza basato sul reale costo della vita: 9 sterline l’ora, 10,55 a Londra. Cifre più alte del minimo previsto dalla legge britannica (8,21). Citizens Uk sottolinea come solo 4 club di Premier League (Everton, Liverpool, West Ham e Chelsea) abbiano finora aderito all’iniziativa.
L’accusa è sostenuta anche da una testimonianza raccolta dalla Bbc. “Fatico a mettere il cibo in tavola per la mia famiglia”, ha raccontato un addetto alle pulizie di Old Trafford, lo stadio del Manchester United. “Considerando la quantità di denaro che circola nel calcio, sarebbe bello vedere che i club pagano a tutto il personale uno stipendio equo e dignitoso”.
Theo news


Data: 10/8/2019 ore 8:1

https://www.gazzetta.it/Calcio/Campionati-Esteri/09-08-2019/ankersen-mago-danese-dt-brentford-inglese-n1-midtjylland-3401542859673.shtml


Data: 10/8/2019 ore 7:58

https://www.gazzetta.it/Rugby/09-08-2019/come-funziona-5022-regola-che-cambiera-rugby-giocato-italia-3401547669410.shtml


Data: 10/8/2019 ore 7:56

ITALIA-CAMERUN 3-0 (25-18, 25-18, 25-15)
Come era facilmente prevedibile la partita contro il Camerun, primo passo della scalinata che porta al Paradiso Olimpico di Tokyo, ha fatto più parlare per le questioni di “colore” che per quelle tecniche. La squadra africana si è presentata a rate a Bari, con documenti non propriamente ordinati. E anche durante il riscaldamento uno degli arbitri è intervenuto perché un giocatore, Cedric Bitouna, si è presentato con la maglia recante il numero 9 davanti e il numero 6 dietro! Poi si è scoperto che alla base dei presunti problemi logistici c’erano invece impegni economici disattesi e di premi non pagati (la squadra è appena arrivata seconda in finale nell’Africano, perdendo con la Tunisia di Antonio Giacobbe la finale). La squadra aveva anche meditato di non venire per nulla in Europa per la qualificazione, ma poi scoprendo che sarebbe stata squalificata i giocatori hanno cambiato idea e sono tornati sui loro passi arrivando all’ultimo minuto anche se il giocatore più famoso, Arthur Kody (passato anche per l’Italia) è rimasto in patria.
Theo news


Data: 10/8/2019 ore 7:55

LONDRA - Il razzismo resta una piaga gravissima nella società contemporanea. Non fa eccezione il calcio, con alcuni gravi casi verificatisi negli ultimi anni. In Premier League, l’allarme resta vivo e non solo sul terreno di gioco. Infatti, sui social sono tanti i commenti che risultano offensivi nei confronti di diversi calciatori. E’ successo a Mohamed Salah, minacciato da un tifoso. E’ capitato recentemente anche a Troy Deeney, che è arrivato al punto di disabilitare i commenti via Twitter: “Una misura dettata non tanto dal fastidio arrecato a me, quanto agli altri utenti”. Poi il capitano del Watford ha rincarato la dose: “Perché Twitter, Instagram e Facebook non fanno nulla a riguardo? Ho segnalato almeno 60 messaggi con l’emoji della scimmia, ma mi viene ribadito che quel simbolo non è razzista”. Insomma, le polemiche sul cattivo uso dei social e sulle misure di sicurezza non smettono di divampare.
Theo news


Data: 10/8/2019 ore 7:53

LIVERPOOL - Agosto non significa solo calciomercato ma anche “meritate vacanze”. Certo, non tutti hanno la fortuna di andare in vacanza così come non tutti hanno la fortuna di avere un figlio… artista. Già perché Peter e Anna Castles, al ritorno dal viaggio in Messico, hanno ritrovato il loro seminterrato trasformato in un bar dello sport a tema Liverpool, straordinariamente ideato e realizzato dal figlio Scott.
I VALORI – Del resto, quando ai figli si trasmettono i valori importanti succede questo. L’amore per la famiglia? Macché? La fede nella squadra di famiglia! Stando a quanto riporta il Liverpool Echo, la goccia che ha fatto traboccare questo giovane vaso di talento in arti figurative e design è stata la vittoria della Champions League del primo giugno. Il ragazzo, così, avrebbe deciso di ultimarla prima della festa del papà che nel Regno Unito viene festeggiata il 21 giugno. Così, da semplice sala hobby, il seminterrato di casa Castle è diventato un autentico bar dello sport in cui famiglia ed amici e…amici degli amici, possono intrattenersi parlando rigorosamente del Liverpool accanto a… Gerrard.
IL BAR – Già, perché il ragazzo non ha soltanto dato una bella ripulita al seminterrato ma ha anche dipinto le pareti rigorosamente di rosso e ha disegnato a mano libera degli impressionanti ritratti di Steven Gerrard, Kenny Dalglish, Ian Rush e John Barnes che diventano non solo degli idoli ma anche dei compagni di bevute. Scott ha detto al quotidiano sportivo del Merseyside: “Il grosso del lavoro è stato il processo di design e pittura del murale personalizzato sulla trama della parete. Tutta la mia famiglia è fortemente tifosa del Liverpool quindi, mentre i mie genitori erano in vacanza, ho deciso di decorare il bar di famiglia e sorprenderli al loro ritorno“. E adesso, buon Campionato


Data: 10/8/2019 ore 7:50

BERGAMO - Arrivato a Bergamo questa mattina, Martin Skrtel ha firmato il contratto che lo lega all’Atalanta per una stagione e alle 18.35 il club ha ufficializzato il suo ingaggio. Il 34enne difensore slovacco è atterrato attorno alle 9.30 all’aeroporto di Orio al Serio dove ha trovato un’auto dell’Atalanta che lo ha portato a fare le visite mediche.
Alle 13.41, a bordo di una Mercedes coi vetri scuri, è arrivato al centro Bortolotti di Zingonia per incontrare la dirigenza nerazzurra e firmare il contratto fino al giugno 2020 (lo stipendio sarà di circa un milione di euro).
Theo news



[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] 14 [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login