Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 14/3/2019 ore 12:33

Theo lo mandi gratis il video?
teramo


Data: 14/3/2019 ore 12:32

https://video.gazzetta.it/inghilterra-attaccante-si-nasconde-dietro-portiere-ne-approfitta/52ad650a-4637-11e9-806a-8f2a0d5ed89d


Data: 14/3/2019 ore 12:27

LONDRA - Non hanno smesso di mandarsele a dire. Da avversari sui campi della Premier League non si sono amati… e non hanno iniziato a farlo adesso nella loro seconda vita! Tra Roy Keane e John Terry, rispettivamente i simboli di Manchester United e Chelsea, sono volati spesso gli stracci in campo. La musica non è cambiata adesso che sono entrambi seduti in panchina come assistenti dei rispettivi allenatori. Il calendario della trentasettesima giornata di Championship si è divertito a metterli di nuovo uno contro l’altro… e ovviamente non sono mancate le scintille!
A BORDO CAMPO – Come riportato dal Sun, in Nottingham Forrest-Aston Villa sono volate parole grosse tra Keane e Terry, rispettivamente assistenti degli allenatori Martin O’Neill e Dean Smith. I due ex campioni della Premier League hanno battibeccato duramente a bordo campo e sono quasi venuti alle mani durante il derby delle Midlands. Motivo di discussione: il duro intervento di Alexander Milosevic (difensore del Nottingham) ai danni di Jack Grealish (centrocampista dell’Aston Villa), costato al giocatore dei Reds un cartellino giallo. Una situazione che ha spinto l’ex capitano del Chelsea ad abbandonare la sua area tecnica per andare a dirle di persona a Roy Keane: ne è nata una discussione dai toni molto accesi, che però è stata disinnescata prima che tutto potesse precipitare.
BEFFA KEANE – Per l’ex centrocampista del Manchester United oltre al danno… è arrivata la beffa! Sul calcio di punizione fischiato dopo l’intervento irregolare di Milosevic è arrivato il gol dell’Aston Villa, firmato dal difensore Kortney Hause, che ha portato gli ospiti sul 3-1 (dopo la doppietta di John McGinn e il gol dei padroni di casa realizzato da Jack Colback). Una vittoria importante per i Villans (54 punti) che scavalcano il Nottingham (53) in classifica e vedono la zona play-off: il Derby County di Frank Lampard al quinto posto (l’ultimo che può portare in Premier) ha solo due punti in più rispetto alla squadra del suo ex compagno Terry. Insomma, il grande sconfitto di giornata è Keane: le parole grosse col rivale non gli sono bastate per evitare il giallo, la sconfitta… e il sorpasso!


Data: 14/3/2019 ore 12:26

Il patron dell'Inter, Steven Zhang, ha in serbo una sorpresa per i tifosi interisti. Non un colpo di mercato, quanto rebranding interno: la sua squadra cinese, lo Jiangsu Suning, potrebbe cambiare nome in Jiangsu International Football Club. Questo perché il governo cinese vuole che tutti i club perdano la dicitura dello sponsor, come spiega Il Corriere dello Sport.


Data: 14/3/2019 ore 12:20

e intanto Paris vince la Coppa di SuperG (e vediamo se vince anche la gara)!

Cri


Data: 14/3/2019 ore 12:16

Video Sarti arrivato tramite uotzapp. M'importa 'na sega, ma se qualcuno lo volesse, mi faccia un fischio (con tel su sugolo, se non ce l'ho). Theo


Data: 14/3/2019 ore 12:0

Prime raffiche di starnuti da allergia in corso...

Bresà


Data: 14/3/2019 ore 11:50

Comunque stranamente aveva preso foo la raffineria più grande del paese anche nel 2012, in occasione dell'ultima rielezione di Chavez...
P75, sez. ah, l'autocombustione...


Data: 14/3/2019 ore 11:48

Look75 qui al Sud fa caldo

Cri


Data: 14/3/2019 ore 11:44

A tuo massimo disdoro (para del giorno), devo ricordarti che li hai portati anche in ottobre.
P75.


Data: 14/3/2019 ore 11:42

Che incredibile serie di combinazioni in Venezuela.. Prima il blackout, ora raffineria in fiamme...

Servirebbe proprio un intervento USA che riporti ordine

Cri


Data: 14/3/2019 ore 11:41

Che se giocano stasera per la Uefa!?!?

Cri


Data: 14/3/2019 ore 11:41

Abbastanza Blur, abbastanza

Cri


Data: 14/3/2019 ore 11:40

Stavo pensando che tra circa due mesi comincerà la stagione del bermuda che andrà avanti fino a settembre inoltrato

Cri


Data: 14/3/2019 ore 11:9

Giallorosso ortodosso?
Blur


Data: 14/3/2019 ore 10:59

Ortodossia atletica

Cri


Data: 14/3/2019 ore 10:50

ma infatti pure io mi chiedevo Cri: so' 10 anni che fai sempre 10 km...aumenta, diminuisci, stai a casa, ma smollati cazzo!
teramo


Data: 14/3/2019 ore 10:36

'sta pisana sembra un po' una Giulia Sarti ottocentesca...
P75.


Data: 14/3/2019 ore 10:23

Vaiper sono morto...

Cri


Data: 14/3/2019 ore 10:19

Buongiorno dall'Urbe!

Cri


Data: 14/3/2019 ore 10:15



Easy, Annibal ma questo?
manco f.c. ce l'ha.
teramo


Data: 14/3/2019 ore 10:11

La furia di Dio si abbatterà su di voi.
Ezechiele il Lupo


Data: 14/3/2019 ore 10:7

Buongiorno.
Blur


Data: 14/3/2019 ore 10:2

Sì, anch'io... Quando erano ancora relativamente simpatici (credeghe).
P75.


Data: 14/3/2019 ore 10:2

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Roma-scritta-storica-scambiata-per-atto-di-vandalismo-gli-addetti-del-Comune-la-cancellano-cb75ef22-c9e1-49f7-bb03-87a1981ef32b.html#foto-1


Data: 14/3/2019 ore 9:58

Ricordo un SOCMEL 3:16
dei bolognesi.
Csnvsml


Data: 14/3/2019 ore 9:15

Su "dei Paolo Fox dell'anno 0" ho sputato il secondo caffè.
Msl


Data: 14/3/2019 ore 9:13

guarda se nei vangeli c'è scritto 2 gol in 50 secondi a Viterbo

mi sono vergognato pure io sia delle bestemmie tirate che di come sono ridotto

io sono sagittario se può servire , tanto parliamo più o meno dei Paolo Fox dell'anno 0


gigi®



Data: 14/3/2019 ore 9:10

https://munchies.vice.com/it/article/eve8ve/come-si-fanno-i-ciccioli?utm_source=vicefbit


Data: 14/3/2019 ore 9:6

Vaiper, te non stai bene...
Buongiorno.
P75, sez. John 3:16


Data: 14/3/2019 ore 9:4

buon di'.
teramo


Data: 14/3/2019 ore 8:14

Finchè l'urbe ancora dorme vi segnalo che incuriosito dal fatto che CRI corre sempre 9,56 km ho guardato i vangeli e 9 e 56 (vangelo di Luca) è il passo in cui Gesù dice di non voltarsi indietro mai e andare nel mondo.
Ecco spiegato.
Cri biblico.
Vaiper


Data: 14/3/2019 ore 7:57

Davos saluta

A.


Data: 14/3/2019 ore 2:26

http://www.itasportpress.it/video/latlanta-united-delude-il-padre-tifoso-e-geniale/

QUA C'E' ANCHE IL VIDEO, MITO, EROE! Theo


Data: 14/3/2019 ore 2:25

ATLANTA - Virtualmente eliminata dalla Champions League della Concacaf dopo la sconfitta per 3-0 subita contro il Monterrey nell’andata dei quarti, l’Atlanta United sembra lontano parente della squadra in grado di conquistare lo scorso anno il titolo della Mls.
Passata dalla guida di Gerardo Martino a quella di Frank De Boer, la franchigia georgiana non decolla neppure in campionato. Nell’ultimo turno deludente 1-1 casalingo contro Cincinnati, partita però “illuminata” dalla genialata di un padre-tifoso.
Mentre infatti la squadra di casa attaccava e tutti i tifosi erano in piedi, compreso quello in questione, l’uomo ha sfoderato l’arma segreta, mostrando i cartoni animati preferiti sul proprio cellulare posto dietro la schiena al figlioletto che l’aveva seguito allo stadio.
Delle due, l’una: o il bimbo ha scoperto di annoiarsi con il calcio, oppure l’idea è stata concordata. In ogni caso, chapeau.
Theo news


Data: 14/3/2019 ore 2:19

NYON - La Uefa ha aperto un’inchiesta disciplinare su Neymar. L’attaccante del Paris Saint-Germain, al termine del match con il Manchester United dello scorso 6 marzo, conclusosi con il punteggio di 3-1 per gli inglesi e costato l’eliminazione dalla Champions League ai parigini, aveva definito “imbarazzante” la decisione arbitrale di concedere un rigore ai Red Devils proprio negli ultimi istanti di gara. Un penalty che ha permesso allo United di approdare ai quarti, scatenando la rabbia del club francese e, in particolar modo, quella di Neymar, autore di un duro sfogo a fine partita. Parole che, adesso, hanno provocato l’apertura di un fascicolo nei suoi confronti.
Theo news


Data: 14/3/2019 ore 2:17

BOGOTA' - In Colombia una vera e propria bufera sta travolgendo gli arbitri. In particolar modo, a finire nell'occhio del ciclone è stato Oscar Julian Ruiz, uno dei più famosi arbitri del Paese. Il direttore di gara sarebbe responsabile di molestie sessuali e ricatti nei confronti di altri colleghi. A puntare il dito contro Ruiz sono miti dell’arbitraggio sudamericano: sarebbe responsabile di molestie sessuali e tentati ricatti nei confronti di alcuni colleghi. I grandi accusatori sono Harold Perilla e Carlos Chavez, che hanno denunciato le particolari "attenzioni" del'arbitro Ruiz.
LE ACCUSE — Pesanti le accuse rivolte a Ruiz, in particolare quelle di Perilla che non lasciano spazio a interpretazioni: "Sono stato molestato in continuazione da Ruiz - ha detto -, Dal 2007 e fino al momento in cui ho lasciato l’arbitraggio. Cercava di toccarmi nelle parti basse e faceva diverse insinuazioni a sfondo sessuale". Oltre alle molestie, anche il ricatto: " Diceva che poteva farmi arrivare lontano, perché aveva molto potere". Effettivamente, Ruiz aveva molto potere: nello specifico il suo ruolo gli permetteva di poter scegliere i membri del direttivo dell’Associazione arbitri, l’organo che stabilisce le designazioni.
LA CARRIERA — In Colombia, il nome di Oscar Ruiz ha un valore simile a quello che potrebbe avere da noi Collina: ha fischiato nei Mondiali del 2002, 2006 e 2010 ed è stato eletto varie volte miglior arbitro del Sudamerica, ha il record di gare dirette in Coppa Libertadores (106) e si è piazzato al terzo posto in una classifica della Federazione di statistica riguardante i migliori arbitri del decennio 2001-2010, alla pari proprio con l'italiano Pierluigi Collina e alle spalle solo di Lubos Michel e Markus Merk. Ecco perché le accuse che lo riguardano stanno lasciando sgomenti i vertici del calcio colombiano. L’altro arbitro protagonista della vicenda, Carlos Chavez, ha voluto raccontare un episodio: "Una volta Ruiz mi ha toccato i testicoli mentre uscivo dalla doccia, dicendomi che si trattava di un pagamento". Frasi che di certo non fanno bene al calcio e in particolare a quello colombiano che proprio in questo momento, oltre a una crisi totale legata al movimento calcistico, sta vivendo un altro scandalo a sfondo sessuale che riguarda la Nazionale femminile e nell’Under 17.


Data: 14/3/2019 ore 2:15

BUENOS AIRES - Sebastian Pérez, ex capitano del Boca Juniors e oggi giocatore del Barcelona Guayaquil, spiega in maniera piuttosto originale le clamorose motivazioni sul suo addio agli xeneizes: “Credo che il mio addio al Boca sia dovuto al fatto che sono vegano. Quando ho iniziato questo percorso, sapevo che sarebbero arrivati molti commenti negativi. Sono diventato vegano quando ero infortunato e mi è servito per recuperare più in fretta, allenarmi di più e sottopormi alle terapie con più energie” ha dichiarato a ESPN, aggiungendo: “Sapevo che sarebbero iniziati i commenti. Iniziavano a dire: ‘È il 5 del Boca, come può essere vegano, deve mangiare l’asado’. Ma per piacere”. E sull’addio: “Non so se sia stato realmente questo il motivo, ma credo che abbia contribuito al mio addio”.
Theo news


Data: 14/3/2019 ore 2:13

MANCHESTER - Studiare è importante. Ovviamente, si può anche scegliere di non farlo e in questo caso, in genere ci sono altre opzioni: o si capisce che ciò che si è deciso di ottenere non richiede necessariamente un titolo di studio oppure ci si accontenta di ciò che si trova. Un esempio di questo è fornito da un… gol. Certo, si tratta di un gol molto particolare: la marcatura di Phil Foden allo Schalke 04 nello straripante 7-0 che ha portato il ragazzo a diventare il più giovane marcatore inglese della storia della Champions League. I complimenti sono arrivati da parte di tutti: dall’allenatore, dai compagni, dal club, dagli amici e dalla sua ex… scuola. Lui, tra l’altro, risponde senza andare fuori tema.
CONGRATULAZIONI – Già, su Twitter, l’account del St. Bede’s College ha pubblicato un messaggio di congratulazioni al suo ex alunno sopra a un video che, dalla curva del City, immortala il gol del ragazzo. “Che gran gol del nostro ex alunno Phil Foden, che scrive una pagina di storia diventando il più giovane calciatore inglese a segnare in Champions League“. Beh, in quale altra occasione un college si congratula con un proprio ex studente? In questi casi e pochi altri. Certo, il St. Bede’s farebbe meglio a non cercare di prendersi i meriti. E temendo forse quest’eventualità, il giovane Foden mette le mani avanti e risponde in maniera spiritosa.
NE VALE LA PENA – “Ne è valsa la pena allora di dimenticare di fare i compiti per casa per allenarmi per serate come questa!“. Severo ma onesto, insomma. In ogni caso, il diciottenne (classe 2000 ma compirà 19 anni il prossimo 28 maggio) farebbe meglio a non trascurare del tutto la propria carriera da studente, visto che quella da calciatore, per quanto si possa cominciare presto ed essere longevi, non dura moltissimo. In ogni caso, c’è anche qualcun altro che decide, con un tweet, di fare una doccia fredda telematica al ragazzo. Si tratta di Raheem Sterling, che ricorda a Foden che, anche senza i compiti per casa, comunque lo aspetta l’allenamento. E quindi scrive: “Devi comunque andare a scuola, domani. Buonanotte ragazzino!“.


Data: 14/3/2019 ore 2:10

ROMA - Al progetto l’Aia lavorava da tempo, ma nel massimo riserbo. Una sfida ambiziosa, ma anche rischiosa, perché mette mano ad un modello considerato da tutti vincente. Dal prossimo campionato, i 20 tra Var e Avar che oggi vengono designati ogni settimana sui dieci campi della Serie A, si ritroveranno tutti a Coverciano, in una grande e moderna “control room”. “È in avanzata fase di progettazione da parte dell’Associazione Italiana Arbitri – la nota diffusa oggi pomeriggio – la realizzazione di un centro Var (Video Assistant Referee) unico per tutte le gare, presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano”.
In realtà, il centro Var esiste da tempo e già sotto la gestione Tavecchio è diventato un centro di addestramento internazionale, sotto l’egida della Fifa, dove, tanto per dire, sono andati ad esercitarsi tutti gli arbitri del Mondiale russo. La novità, che equipara l’Italia a Germania, Spagna, Portogallo e Olanda, è la creazione di una centrale unica, con nuovi e più efficaci strumenti tecnologici, dove si alterneranno gli addetti al Var. “La sala Var unica, in accordo con la Federazione Italiana Giuoco Calcio, probabilmente prenderà il via a partire dalla stagione sportiva 2019-2020 – fanno sapere dall’Associazione italiana arbitri – e avrà l’obiettivo di fornire un’attività arbitrale sempre più efficace ed efficiente per l’intero mondo del calcio italiano e internazionale, ponendoci ancora una volta all’avanguardia per capacità di innovazione”. “Un progetto molto importante, cui crediamo tantissimo – le parole del numero uno dell’Aia Marcello Nicchi -. Gli arbitri italiani ancora una volta si pongono all’avanguardia”.
Theo news



[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] 12 [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login