Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 17/8/2019 ore 14:56

Io Kako e vado all’Ennio
Veneziano mangiamerda!!!

Bargnocla


Data: 17/8/2019 ore 14:56

Hai giocato 500 banane sulla Serbia??!

Bargnocla


Data: 17/8/2019 ore 12:55

Buongiorno.
Italia che taglia, giustamente Aradori, dopo pochi gg che la Virtus lo ha mandato in culo.
Antentokoso è di un altro pianeta.
La Serbia ha due brutti infortuni
Gli Usa cmq anche con le 4 linee sono ancora quelli da battete.
Ovviamente avrò 2600 gelati se vince la Serbia
Tento


Data: 17/8/2019 ore 12:24

Approfittiamo del ritorno a temperature in linea con la media climatica dato che, dall’ultimo aggiornamento, tutto ciò non è destinato a continuare per molto. La prossima settimana sarà ECCEZIONALE: infatti l'ennesima BOLLA AFRICANA in arrivo dal Marocco dovrà fare i conti con VIOLENTI TEMPORALI e GRANDINE. Ma vediamo DOVE.

Da Lunedì 19 agosto la colonnina di mercurio salirà, toccando subito picchi elevati su zone interne della Sardegna, della Sicilia e delle regioni centrali tirreniche. Tuttavia, la fase più acuta del caldo si toccherà tra martedì 20 e giovedì 22, quando tutto il Centro-Sud e le isole vedranno un caldo intenso e a tratti afoso, con TEMPERATURE che sfioreranno i 40°C e fino a 38°C su gran parte delle aree interne del Sud e del Centro (soprattutto in Toscana e in Umbria). L’ondata di caldo risparmierà soltanto in parte le regioni settentrionali, interessate da correnti atlantiche, le quali saranno in grado di provocare qualche temporale sulla zona dei laghi lombardi, poi sul Trentino e l’alto Bellunese.

Lo scenario meteo proseguirà immutato fino a venerdì 23, quando un cambiamento è atteso proprio nel fine settimana: infatti la pressione comincerà a calare a partire dalle regioni settentrionali. Si potranno verificare quindi temporali non solo sull’arco alpino e prealpino, ma anche sulla pianura padana, con alta probabilità di grandine e violente raffiche di vento. Si avrà altresì un calo sensibile delle temperature. Al Centro-Sud continuerà invece il caldo intenso e afoso con temperature sopra la media del periodo. Avremo modo tuttavia di riparlarne nei prossimi aggiornamenti.


Data: 17/8/2019 ore 11:34

https://youtu.be/qcfGJ3pQK-A


Data: 17/8/2019 ore 11:11

Buondì dalle amate sponde dell'Alto Adriatico. U.


Data: 17/8/2019 ore 11:4

Se l'è poi comprata la Groenlandia Trump?
Vuole un freezer grande si vede.
Msl


Data: 17/8/2019 ore 10:57

Abbiamo preso sto qua.

http://www.strettoweb.com/video-gallery/reggina-kirwan-scatenato-con-l-haka-carica-l-ambiente-in-vista-dei-playoff/id/334038090/

Msl sez.all Becks sottosez. Dio vHaka


Data: 17/8/2019 ore 10:46

https://youtu.be/NSGFULn4K3o


Data: 17/8/2019 ore 10:40

Buongiorno a - 2 ore dalle ferie,
Ma lavoro da casa ché di affrontare
L'Aurelia stamattina non ne avevo proprio per il belino.
Blur


Data: 17/8/2019 ore 10:30

Buongiorno da Minturno!

Cri


Data: 17/8/2019 ore 7:20

Du du du du da da da da



Data: 17/8/2019 ore 5:21

SAINT LOUIS - La franchigia numero 28 in MLS sarà St Louis. Manca l’ufficialità, ma tanti indizi hanno fornito una prova sul fatto che la corsa per la prossima espansione sia stata vinta dalla città del Missouri chiamata la “Roma del West”. L’annuncio è attesa intorno al 20 agosto giorno più giorno meno.
A riportarlo è un media della città di St Louis, il St.Louis Post-Dispatch, mentre la proprietà della cordata che ha portato avanti il progetto per il momento ha rifiutato di commentare le indiscrezioni. Non è una novità invece che Don Garber abbia incontrato la delegazione di St Louis nei giorni dell’All Star Game per definire i dettagli. Nessun commento anche dalla MLS.
Un’attesa in città che dura da aprile quando il Commissioner della lega, Don Garber, aveva confermato la posizione di vantaggio di St Louis nei discorsi con le varie città in ballo. La presentazione del progetto è stato approvato nelle ultime settimane dal Board della MLS e la decisione è stata presa.
Nel piano per l’acquisizione di un posto per la franchigia, il gruppo proprietario ha presentato il progetto di uno stadio in centro città finanziato privatamente dopo che la proposta di costruzione con un finanziamento di 60 milioni di dollari pubblici non passò l’ostacolo del voto popolare nel 2017.
La squadra dovrebbe iniziare a muovere i primi passi in campo nella MLS 2022
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 4:57




Data: 17/8/2019 ore 4:46

2 pere anche per il Galatasaray, sconfitto 2-0 a Denizli nella prima di campionato. Theo


Data: 17/8/2019 ore 3:58




Data: 17/8/2019 ore 3:56

https://video.gazzetta.it/palermo-ritiro-convento-si-dorme-celle-si-mangia-refettorio/8a3c7758-c00e-11e9-8573-e69a615b837a?vclk=home_generico


Data: 17/8/2019 ore 3:55

MANCHESTER - La sicurezza prima di tutto. E allora ecco spuntare un particolarissimo cartello per i tifosi e i giocatori del Manchester United. All’uscita dal centro sportivo di Carrington non sarà più possibile aspettare i calciatori per una foto o un autografo.
Come riporta il Daily Mail e mostrano le immagini di un tifoso su Instagram, è stato posizionato un cartello che vieta la sosta delle macchine di giocatori e staff del Manchester United e, allo stesso tempo, impedisce ai tifosi di rimanere per strada a bloccare le auto. “Ai calciatori non è permesso fermarsi e firmare autografi a causa di pericoli in strada”.
Mentre per i fan dei Red Devils il divieto è di non “ammassarsi”. Un divieto che mette la sicurezza delle persone e anche degli automobilisti, prima del tifo per i propri idoli. Una decisione che ha sicuramente i suoi pro ma anche i suoi contro.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:53

ISTANBUL - A luglio Fatih Terim ha celebrato i suoi 45 anni di legame col Galatasaray. Il quasi 66enne tecnico di Adana entrò nella famiglia Cimbom, infatti, nel 1974, da difensore, arrivando dal club della sua città natale, il Demirspor. In campo fino all’85 l’ex coach milanista e viola non ha mai vinto il titolo. In compenso si è rifatto in panchina: 8 "scudetti", 4 fra il 1997 e il 2000, poi 2012 e 2013 e infine doppietta 2018 e a maggio scorso. Sì, dopo una "finale" di fatto alla penultima giornata di Süper Lig, battendo 2-1 in casa i rivali dell’Istanbul Basaksehir, che hanno chiuso poi a -2 dal Gala.
ANCOR IMPERATORE — Il tecnico turco più vincente della storia riparte stasera, ore 19.30, dall’Atatürk Stadyumu di Denizli, 600 mila abitanti, contro il Denizlispor, neopromosso, dopo la caduta nel 2010. La Turchia è al 10° posto nel ranking Uefa e anche per valore di mercato totale delle 18 rose del campionato, che si aggira sui 580 milioni di euro. La Süper Lig presenta circa il 41% di stranieri negli organici e un’età media poco più alta dei 26 anni. Ancora una volta il Gala di Terim è il club più ricco, sui 100 milioni di valore della rosa, ma in estate non è stato il club turco a spendere di più: i giallorossi hanno scucito solo 7 milioni per riscattare dallo Standard il difensore congolese Luyindama e per il prestito dal Fulham del regista ivoriano Seri. Sempre dai londinesi, ma libero, è arrivato il 32enne olandese Ryan Babel, ex Liverpol ma anche Kasimpasa e Besiktas, e in prestito dal Celta il 22enne talento turco-danese Emre Mor. Sono rimaste le colonne: Muslera, Nagatomo, Selcuk Inan, Feghouli e il senegalese Diagne, re dei goleador a maggio con 30 centri. Bei colpi, questi, in attesa del romanista Nzonzi, in un organico già forte, che lo scorso 7 agosto ha portato a casa anche la Supercoppa, 1-0 con gol di Belhanda sull’Akhisarspor, finalista dell’ultima coppa (vinta ancora dal Gala il 15 maggio), ma retrocesso.
LA RIVALE N.1 PER IL TITOLO — Le avversarie del Gala sono sempre a Istanbul. In primis il Basaksehir, che ha perso il tecnico Avci (ora al Besiktas) per il 45enne Okan Buruk, l’ex centrocampista interista, per 12 stagioni al Gala in campo, nel 2018-19 al Rizespor. Ha perso anche il 38enne leader Emre Belozoglu, ritornato al Fenerbahçe, ma ha preso in attacco il francese Crivelli dal Caen e ha confermato le vecchie volpi come Arda Turan, Inler, Elia, Clichy, l’ex milanista Robinho, Demba Ba e l’italiano Napoleoni; a quasi 29 anni di età media, il team più vecchio della Super Lig.
LE ALTRE IN CORSA — Il Fenerbahçe, 6° nel 2018-19, invece ha 25,7 anni di media, ha speso 10 mln, comprando la punta Muriqi (17 gol la scorsa stagione) dal Rizespor, il centrocampista Turuc dal Kayserispor, oltre a Emre libero, come Max Kruse dal Werder. Ha venduto al Napoli Elmas per 12 mln e sono andati via pure Soldado e Skrtel all’Atalanta. Il Besiktas di Avci è il club che ha speso di più: 12 mln. Intanto per il riscatto di Ljajic dal Toro (6,5 mln), poi il difensore ex napoletano Victor Ruiz dal Villarreal (2,5) e la punta americana Boyd dall’Ankaragücü. In porta c’è l’ex Reds Karius, Vida e Gonul dietro, Quaresma e Lens in fascia, il buon vecchio Yılmaz in attacco. Insomma, anche quest’anno ci sarà battaglia per il titolo.


Data: 17/8/2019 ore 3:46

BASILEA - Tanta paura per Ricky van Wolfswinkel, attaccante olandese di 30 anni del del Basilea. Il giocatore sarà operato per un aneurisma cerebrale scoperto dopo aver fatto una serie di accertamenti a seguito di una commozione subita durante la gara di Champions con il Lask Linz disputata il 7 agosto scorso. A comunicarlo il club su Twitter.
"Sono contento che l'aneurisma cerebrale sia stato scoperto. Normalmente un aneurisma cerebrale non viene scoperto in tempo. Non c'erano sintomi, non sapevamo che fosse lì - ha spiegato l'ex attaccante del Saint Etienne e del Norwich -. Non potrò giocare per un bel po' di tempo". Van Wolfswinkel è stato colpito negli ultimi minuti della gara persa per 2-1 ed è stato portato in ospedale dopo che il team medico del Basilea ha constatato la gravità della situazione e della commozione cerebrale.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:44

LECCE - Dopo una breve ma proficua esperienza all’Empoli, con 4 gol in 14 partite da gennaio a giugno, Diego Farias è pronto a ripartire dal Lecce, che si pone come obiettivo la permanenza in Serie A. L’attaccante brasiliano classe 1990, infatti, è ufficialmente un nuovo giocatore giallorosso: arriva dal Cagliari – dopo aver rinnovato il contratto fino al 2022 – con la formula del prestito con diritto di riscatto, che diventa obbligatorio in caso di salvezza dei salentini nel prossimo campionato. Ha esperienza in A per aver vestito le maglie di Sassuolo e, appunto, Cagliari ed Empoli.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:42

NYON - È stato effettuato in mattinata il sorteggio dei sedicesimi di finale della Champions donne, il primo turno al quale partecipano anche le italiane qualificate. Juve e Fiorentina non possono certo dirsi fortunate: l'urna ha infatti affibbiato alle campionesse d'Italia il Barcellona. Sarà invece l'Arsenal l'avversario della Viola. Le gare d'andata si giocheranno l'11-12 settembre, match di ritorno tra il 25 e il 26 settembre.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:41

ATENE - L’Italia è travolta dalla Grecia e da Giannis Antetokounmpo nella prima giornata del torneo dell’Acropolis ad Atene, ultimo appuntamento prima della partenza per la Cina, dove gli azzurri esordiranno nel Mondiale il 31 agosto contro le Filippine. Finisce 83-63 ma la partita non è mai iniziata. «Sono queste le partite che ci servono per migliorare - ha commentato il c.t. Meo Sacchetti —. Conoscevamo il loro potere fisico e sapevamo che sarebbe stata dura affrontarli, soprattutto in casa loro. Abbiamo sbagliato molto ma ho visto sprazzi di buon atteggiamento soprattutto quando la partita poteva sfuggirci di mano in maniera fragorosa».
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:40

https://www.ilposticipo.it/calcio/gli-infortuni-piu-assurdi-del-calcio-adrian-si-aggiunge-alla-lunga-lista-tragicomica/?intcmp=gazzanet-infortuni-assurdi

QUELLI DI ANASTASI E DI VASSELL SONO VERAMENTE INCREDIBILI. Theo


Data: 17/8/2019 ore 3:34

https://video.gazzetta.it/liverpool-adrian-non-gioca-questo-incredibile-infortunio-rigori/523b2c26-c01f-11e9-8573-e69a615b837a?vclk=home_generico


Data: 17/8/2019 ore 3:32

https://www.gazzetta.it/Calcio/Champions-League/16-08-2019/champions-confermata-mediaset-tribunale-respinge-ricorso-rai-3401718382244.shtml


Data: 17/8/2019 ore 3:30

ROMA - Dopo un solo anno, termina l’avventura di Steven Nzonzi alla Roma. Oggi il club giallorosso ha ufficializzato la cessione in prestito al Galatasaray, con il club turco che pagherà il ricco ingaggio da oltre tre milioni a stagione. Nzonzi si trasferirà in prestito gratuito per un anno, se resterà ad Istanbul fino al 2021 il Gala pagherà 500mila euro alla Roma. Nessun obbligo di riscatto per il francese campione del Mondo, ma solo un diritto a cifre già fissate: 16 milioni il prossimo anno, 13 nel 2021. Un anno fa era stato pagato al Siviglia 26.5 milioni più quattro di bonus.
Un rapporto, quello tra Nzonzi e la Roma, mai decollato. Il suo arrivo aveva lasciato di stucco l’ex capitano De Rossi (a cui Monchi aveva garantito che non avrebbe preso un altro regista) e altri leader dello spogliatoio, ma poi il rapporto con i compagni era proseguito sereno. Meno quello con Di Francesco e i tifosi, che infatti appena arrivato il comunicato della cessione hanno esultato sui social con migliaia di messaggi tra l’ironico (“ciao Nzombie, non ti rimpiangeremo”) e l’amaro: “Sei arrivato da campione del Mondo, te ne vai senza aver dimostrato niente. Ma non è stata solo colpa tua”. Nzonzi lascia la Roma dopo 39 presenze e un gol
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:26

LA CORUNA - Ora è ufficiale: Samuele Longo è un nuovo giocatore del Deportivo La Coruna. L’attaccante cresciuto nel settore giovanile nerazzurro ritorna in Spagna dopo le parentesi con la maglia del Tenerife e dell’Huesca.
Attraverso un comunicato ufficiale apparso sul sito l’Inter ha comunicato che l’operazione prevede il prestito con obbligo di trasformazione della cessione in definitiva qualora il club spagnolo riesca ad ottenere la promozione in Liga.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:23

MONACO DI BAVIERA - Prima partita, prima sorpresa, prime indicazioni interessanti. Nella gara inaugurale della Bundesliga, il Bayern Monaco non va oltre il 2-2 in casa contro l’Hertha Berlino. La squadra di Kovac ha dominato l’incontro, ma è sembrata tanto confusa e frenetica in fase offensiva, quanto fragile in difesa. Alla doppietta di Lewandowski (24’ e 60’) rispondono per i berlinesi Lukebakio (al 36’, ma è decisiva la deviazione di Ibisevic) e Grujic al 38’. Il Bayern, alla prima giornata, dal 2012 in poi aveva sempre conquistato i 3 punti.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:21

BARCELLONA - Philippe Coutinho sarà un nuovo giocatore del Bayern Monaco. Tutto fatto per il prestito dal Barcellona, con l'accordo trovato anche con il giocatore, che domenica raggiungerà la sua nuova squadra in Baviera. Una svolta inattesa, perché Cou era dato come pedina di scambio blaugrana nell'affare che avrebbe dovuto riportare Neymar al Barça, nella maxi trattativa dell'estate. Coutinho invece va in Germania, proprio perché stanco di aspettare sviluppi sull'asse Barcellona-Parigi e lascia così aperti scenari clamorosi di mercato per O Ney, con anche il Real Madrid alla finestra.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:20

BILBAO - La Liga 2019-2020 inizia con la caduta dei campioni. Privi dell’infortunato Lionel Messi e con Luis Suarez costretto ad abbandonare il campo al 37’ per un infortunio alla coscia destra, il Barcellona debutta in campionato perdendo 1-0 in casa dell’Athletic Bilbao. A decidere il match è il solito Aritz Aduriz, attaccante basco di 38 anni che all’89’, un minuto dopo il suo ingresso in campo al posto di Inaki Williams, trova una splendida rovesciata su cross dalla destra di Capa. Niente da fare per Ter Stegen, gol bellissimo e vittoria di prestigio per l’Athletic.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:19

ROMA - Che ci fosse la possibilità di restare a Roma e alla Roma si era intuito, visto l’ottimo rapporto instaurato con Fonseca. Ma in pochi si aspettavano che il bosniaco, oggi, rinnovasse il contratto con la Roma. E invece così è stato: Dzeko ha prolungato l’attuale accordo con la Roma fino al 2022, con un ingaggio intorno ai 3 milioni più bonus. Sembrerebbe chiusa, a questo punto, ogni possibilità di cessione all’Inter, con cui pure Dzeko aveva intavolato una trattativa nei mesi scorsi.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:15

BRUXELLES - Le lacrime di un compagno di vita. “Stavolta perdo io”. Nelle ore dell’addio a Felice Gimondi, il ricordo dell’amico-rivale di sempre Eddy Merckx è il più toccante. “Perdo prima di tutto un amico e poi l’avversario di una vita. Abbiamo gareggiato per anni sulle strade l’un contro l’altro - ha detto il ‘Cannibale’ all’Ansa - ma siamo diventati amici a fine carriera. L’avevo sentito due settimane fa così come capitava ogni tanto. Che dire, sono distrutto”. Sebbene scosso, Merckx tratteggia con lucidità le virtù di Gimondi: “Felice è stato prima di tutto un grande uomo, un grande campione, purtroppo ce lo hanno portato via. È una grande perdita per il ciclismo. Mi vengono in mente tutte le lotte che abbiamo fatto insieme... Un uomo come Gimondi non nasce tutti i giorni, con lui se ne va una fetta della mia vita. È stato tra i più grandi di sempre”.
Theo news


Data: 17/8/2019 ore 3:14

TAORMINA - Il malore nel pomeriggio, sotto il sole neanche tanto fastidioso delle 18. Felice Gimondi alloggiava all’Hilton, uno degli alberghi più suggestivi di Giardini Naxos, a due passi da Taormina: camere con vista sulla baia taorminese, spiaggia privata presidiata dal personale dell’hotel, catering a due passi dagli ombrelloni, naturalmente il servizio di salvataggio a presidiare un angolo meraviglioso della Sicilia invasa dai turisti. Gimondi era appena entrato in questa parte di mare in cui l’acqua si mantiene bassa per metri e metri. Per immergersi ci si deve distendere, non ci si può tuffare. Appena entrato, l’ex ciclista si è sentito male. Dalla spiaggia sono intervenuti amici e bagnini in un batter di ciglia. Portato sul bagnasciuga non dava più segni di vita. Più volte è stato tentato il massaggio cardiaco, ma non c’è stato nulla da fare. Lo hanno scritto sul referto ufficiale, i carabinieri di Taormina, primo tra tutti il comandante, capitano Arcangelo Maiello: Gimondi è morto sul colpo, probabilmente per un infarto. Lo stesso hanno costatato il personale della guardia Costiera di Giardini Naxos col comandante Cosimo Roberto Arizzi, l’aliquota dei carabinieri di Taormina e quelli di Naxos. Un intervento massiccio prima ancora che si scoprisse l’identità del campione. Dopo l’intervento del medico nefrologo, la salma di Gimondi è stata trasferita in una camera dello stesso albergo per i rilievi, per il rapporto ufficiale: morte naturale, la conferma non dà adito a nessun dubbio. Alle 21.30 la moglie Tiziana è uscita dalla struttura seguendo il furgone in cui è stato trasportato il corpo di Gimondi. La salma è stata portata nel vicino ospedale di Taormina e nella notte sono cominciate le operazioni per autorizzare il trasferimento a casa.
MONUMENTO ITALIANO — Gimondi, uno dei più grandi corridori della storia del nostro ciclismo, avrebbe compiuto 77 anni a settembre. Nato a Sedrina, in provincia di Bergamo, verrà ricordato sempre per essere stato uno dei pochi (sette in tutto) ad aver vinto tutti e tre i grandi giri: Giro d’Italia, Tour de France e Vuelta. Nel suo ricco palmares spiccano infatti i tre successi al Giro d’Italia, ottenuti nel ‘67, nel ‘69 e nel ‘76, la vittoria del Tour de France nel 1965 e quella della Vuelta nel 1968. Senza dimenticate il Mondiale vinto a Barcellona nel 1973. Un campione a 360 grandi, capace nei circa quindici anni vissuti da professionista di imporsi in tutti i modi: in fuga, da grande scalatore, in volata, da sprinter, e anche nelle prove a cronometro. Nelle classiche monumento si è imposto una volta nella Parigi-Roubaix, una volta nella Milano-Sanremo e in due occasioni al Giro di Lombardia.
LUI E MERCKX — Gianni Brera, che ne descrisse le imprese, per lui aveva coniato i soprannomi Felix de Mondi e Nuvola Rossa. La sua carriera cominciò nel decennio dopo la fine di quella di Magni. Si presentò al Tour de France del 1965, vinse a sorpresa e solo l’indomani si dimise da postino “perché al posto di lavoro ci tenevo” spiegò. La rivalità col “Cannibale” Merckx ha fatto la storia, con Gimondi costretto a ripetizione a finire secondo dietro il campionissimo belga. Disse poi: “Ho impiegato due anni a capirlo: Merckx era più forte di me”. Ma proprio Gimondi fu l’unico capace di tenere testa a ripetizione e battere Merckx: una rivalità meravigliosa che ha fatto la storia dello sport. “Dietro alla sua ruota ci sarò” recita un verso della canzone che gli dedicò Enrico Ruggeri “Gimondi e il Cannibale”. Nelle quindici stagioni da pro vinse in totale 141 corse. Dopo il ritiro Gimondi fu direttore sportivo della Gewiss-Bianchi nel 1988, e successivamente, nel 2000, presidente della Mercatone Uno-Albacom, la squadra di Marco Pantani.


Data: 17/8/2019 ore 1:10



eintracht v VADUZ


Data: 17/8/2019 ore 1:6



zorya v CSKA SOFIA


Data: 17/8/2019 ore 0:51

gda torna


Data: 17/8/2019 ore 0:13

Morte Gimondi, era il suo Giro

Cri


Data: 16/8/2019 ore 22:31

Intervistato dal Times of Malta nell'ospedale Mater Dei de La Valletta, Mohammed, 38 anni racconta così la sua odissea: " Eravamo in 15 tra cui una donna incinta. Non avevamo nè acqua, nè cibo, nè carburante. Siamo partiti il primo agosto dalla spiaggia libica di Zaywa. Abbiamo pagato 700 dollari. I trafficanti ci hanno dato un Gps e ci hanno detto: andate verso Malta. Prima è finita la benzina, poi l'acqua e poi il cibo. Abbiamo cominciato a bere acqua di mare. Dopo cinque giorni sono morte le prime due persone. Poi ogni giorno ne morivano altre due". 


Data: 16/8/2019 ore 22:8

https://www.reggionline.com/luca-toni-sta-salvini-centrodestra-al-voto-possibile/



[1] 2 [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login