Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 9/8/2019 ore 11:1

MI scusi Signor Comitato, è previsto l'utilizzo di SFAPR?

Cri


Data: 9/8/2019 ore 10:58

Quindi ricapitolando, settimana prossima a tenere in piedi
il Sistema Italia, qui rimaniamo ... ?
Io e .. bon ?
Blur
(Theo e Cubo non contano, son foresti)


Data: 9/8/2019 ore 10:56

Regolamento severo, ma giusto.
Metterei anche obbligatoria la formula finale "Tanto son tutti d'accordo"
in modo da evitare liti troppo dure che poi portano
all'abbandono del Muro da parte degli elettori del PD75.
Tanto son tutti d'accordo.
Blur


Data: 9/8/2019 ore 10:52

E ALLORA LA BANDACCIA?

Cri


Data: 9/8/2019 ore 10:23

Ci apprestiamo a vivere quello che potrebbe risultare il Weekend più rovente dell'anno. L'alta pressione africana si sta nuovamente rinforzando e, a differenza delle precedenti ondate di calore, estenderà la sua bollente influenza in modo piuttosto omogeneo a tutta l'Italia con punte di 40°C diffuse su parecchie regioni. Cerchiamo allora di capire nel dettaglio dove farà più caldo tra sabato e domenica.

Il fine settimana si aprirà ovviamente all'insegna del meteo stabile praticamente su tutto lo Stivale salvo qualche addensamento pomeridiano a ridosso dei rilievi specie quelli del Nord, qui non possiamo escludere qualche locale rovescio. L'ulteriore espansione dell'anticiclone africano, porterà già ad un deciso aumento termico in particolare sulla Val Padana, sulle regioni del Centro e sulla Sardegna. Su queste zone si potranno registrare picchi intorno ai 37-38°C come a Bologna, Ferrara, Firenze e zone interne sarde. Farà un po' meno caldo lungo i litorali dove, le brezze marine, da un lato limiteranno l'aumento termico ma dall'altro manterranno un tipo di clima molto afoso in particolare sui versanti tirrenici.

Ma la giornata più calda per tutti sarà in assoluto la domenica. Nonostante qualche temporale in più a ridosso delle vette alpine, in questo frangente un po' tutto il Paese sarà ostaggio dei venti bollenti di matrice africana che dispenseranno tanto sole ma soprattutto un clima davvero pesante. Su alcune località della Val Padana, in Emilia ad esempio, si potranno toccare picchi fino a 39-40°C. Stesso discorso per alcune aree interne del Centro e del Sud come in Toscana, in Umbria e fino ai settori centrali e meridionali della Puglia. Laddove non si arriverà a 40°C si avranno comunque valori intorno ai 35-37°C, temperature, dunque, ben superiori alla media climatologica.
Come il sabato anche la giornata di domenica vedrà un contesto climatico meno rovente lungo le coste dove l'elevato tasso di umidità però, manterrà un'atmosfera ugualmente molto pesante.


Data: 9/8/2019 ore 10:22

Appoggio il regolamento.
Il Rimpasto non é previsto?
Cubo


Data: 9/8/2019 ore 9:58

Spettacolo! Però non è disciplinato l'impiego della formula "E allora...?“ (i marò, Bibbiano, il PD).
Credo che sarebbe necessario.
P75.


Data: 9/8/2019 ore 9:54

Ahahahah U.


Data: 9/8/2019 ore 9:46

APERTURA UFFICIALE CRISI DI GOVERNO
+++++++++++++++++++++++++++++++++++
++++++++REGOLE BANDACCISTE+++++++++
+++DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE++
+++++++++++++++++++++++++++++++++++
+++++++++++++++++++++++++++++++++++
In relazione all'apertura della crisi
di Governo, il Comitato Bandaccistico
di tutela dei diritti di tutti in campagna
elettorale
++++++++++++++++++++++++++++++++++++
+++++++++++++++EMETTE+++++++++++++++
++++++++++++++++++++++++++++++++++++
++LE SEGUENTI REGOLE INDEROGABILI+++
++++++++++++++++++++++++++++++++++++
1. I sostenitori del PD possono sbattere la porta
e andarsene subito. Sarà garantito loro un
(inserire nome) TORNA! per numero 27 giorni dopo
la fuoriuscita e per numero 10 giorni ogni numero 4 mesi.
2. E' ammessa la glorificazione dei partiti di ultradestra, destra exptraparlamentare, filofascisti,
filonazisti, narcocamerati, bonifiche pontine e simili tanto alla fine non andiamo mai oltre lo zero virgola.
3. Non è ammessa alcuna propaganda grillina perchè alla fine "coe ciacoe no se impasta e fritoe" e perchè qualche autostrada in più non ha mai fatto male a nessuno e al comitato fa comodo.
4. Può essere utilizzata la parola "Renzi" ma solo in convesazioni amene tra le ore 13 e le ore 14 e durante lo svolgimento di gran premi di formula uno.
5. Riferimenti al partito della Lega o ai suoi massimi esponenti possono essere fatti solo in pensieri benaltristi del tipo "Salvini ha ragione tuttavia sono benaltri i problemi dell'Italia".
6. E' ammessa ogni forma di nostalgia comunista, cattocomunista, baffoniana, dalemiana, radicalchic, marxista, leninista, troskista.
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
SI PREGA DI ATTENERSI A QUANTO SOPRA SCRUPOLOSAMENTE
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
+++++++++GLI ABUSI SARANNO PERSEGUITI+++++++++++++
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++


Data: 9/8/2019 ore 9:36

Questo meno due del fuzzi ci vuole dire "giggino torna, tutto perdonato"? U.


Data: 9/8/2019 ore 9:24

Quanto fascismo. Cit.
Msl


Data: 9/8/2019 ore 9:18

Buongiorno!!

Parlate tricolore per cortesia!!!

DRAGO D.O.C.


Data: 9/8/2019 ore 9:14

Theo, io esplorerei di più il filone "hai un culo che fa provincia" oppure "smudandate che te aro", ma anche "bevilo fino all'ultima goccia che ti fa bene alla pelle". U.


Data: 9/8/2019 ore 8:33

Comunque il secolo decimonono (SI) non l'avevamo mai visto su questi schermi...
P75.


Data: 9/8/2019 ore 8:32

Theo è tipo il maestro Manzi dell'inglese.
P75, sez. non è mai troppo tardi.


Data: 9/8/2019 ore 8:24





Data: 9/8/2019 ore 8:21

Mi raccomando: date soddisfazione a Theo ed interagite! U.



Data: 9/8/2019 ore 8:5

Buongiorno dall'Urbe!

Cri


Data: 9/8/2019 ore 8:5

https://youtu.be/x3htJEBE8-4

Ieri sera riguardai questo e gli altri 2 dopo anni.
Amarezza.
Msl


Data: 9/8/2019 ore 8:0

Comunque la qualità delle capotreno di Trenitalia (vergogna nazionale comunque) è in ripida ascesa.
Onore alla loro direzione risorse umane.
P75.


Data: 9/8/2019 ore 7:58

Buongiorno.
Pare, e dico pare, che sia l'ultimo giorno di lavoro.
Blur suca, Steve torna.
P75.


Data: 9/8/2019 ore 7:31

https://www.reggionline.com/reggio-emilia-omicidio-allex-foro-boario-accoltellata-barista-caccia-al-responsabile


Data: 9/8/2019 ore 7:8

Buondì.
Bravo Theo! Sei partito a livello Easy.
Non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca. U.



Data: 9/8/2019 ore 6:45

Cmq stasera visto The Startup, bel film. Theo


Data: 9/8/2019 ore 5:4

No, seriamente, ecco qua:
YOU CAN'T HAVE THE CAKE AND EAT IT TOO.

Vediamo se capisci a cosa corrisponderebbe in italiano (non la traduzione letterale, ovviamente, cosa potrebbe essere in italiano un' equivalente espressione). Senza googolare. Theo


Data: 9/8/2019 ore 5:2

Uti, ho messo una news in meno (credeghe), adesso ti messo anche la frase in inglese: THE BOOK IS ON THE TABLE.
Theo sfpr


Data: 9/8/2019 ore 4:59

VERONA - Null’altro che un allenamento. L’Italia rulla il Senegal di 57 punti (111-54) nella prima giornata della Verona Basketball Cup in una gara valida praticamente solo ai fini statistici vista l’imbarazzante pochezza degli avversari, tanto alti e fisicamente ben messi, quanto tecnicamente scarsi: 31-10 dopo il primo quarto, 55-26 al riposo lungo, dopo tre minuti del terzo quarto il tabellone segna addirittura 65-28 (+37, la frazione finirà 85-41).
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:58

MILANO - Dopo lo storico Juventus-Fiorentina allo Stadium, toccherà a San Siro aprire le sue porte al derby femminile di Milano? L’auspicio è stato espresso su Twitter: “Nella sosta del campionato di Serie A maschile si giocherà il derby femminile di Milano (il primo in Serie A Femminile) tra Inter e Milan (12 ottobre 2019)…sarebbe bello giocare a San Siro…
In attesa di sviluppi su questo fronte, torna quindi la Serie A femminile che, dal 14 settembre, rivedrà in campo le eroine del recente Mondiale francese. Calcio d’inizio fissato per il prossimo 14 settembre, quando prenderà il via ufficialmente la caccia alle campionesse d’Italia in carica della Juventus. Ai nastri di partenza, dopo il forfait estivo di Atalanta Mozzanica e Fimauto Valpolicella e i ripescaggi di Pink Bari e Orobica, ecco Empoli, Fiorentina, Florentia, Inter, Milan, Orobica, Pink Bari, Roma, Sassuolo, Tavagnacco, Verona, oltre naturalmente alla Juventus campione in carica.
La prima giornata ospiterà subito il primo derby, tra Florentia e Fiorentina, e anche il primo scontro tra rivali dirette con Roma-Milan, che sarà disputato allo stadio Tre Fontane di Roma.
Procedendo con il calendario si può ritrovare pressoché un big match a settimana: alla seconda giornata sarà il turno di Fiorentina-Roma. Alla terza il primo derby della Madonnina in Serie A, Inter-Milan, con il sogno di poter giocare nel grande stadio di San Siro. Quest’anno sarà sfida ufficiale in campionato, ma lo scorso 9 dicembre 2018 le rossonere e le nerazzurre si erano affrontate in coppa Italia. In quella occasione il Milan Femminile di Carolina Morace si era qualificato ai quarti di finale della Coppa Italia Femminile sbancando, con un pirotecnico 5-3 il ‘Suning Youth Development Center’ ed estromettendo l’Inter di Pau De La Fuente della competizione nazionale.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:56

ROMA - Due mesi fa, nella finale di Coppa Italia, Fabio Sciacca fu l’uomo della provvidenza per il Catania, entrando dalla panchina e risolvendo una partita quasi persa contro il Terracina. Stavolta, nella Supercoppa giocata al Lido La Playa, l’errore dal dischetto dell’ex giocatore dei rossazzurri del calcio a 11 porta il trofeo a Terracina. Spezzato un incantesimo che ha portato 10 sconfitte consecutive nella serie alla squadra di D’Amico, che conquista così il 10imo trofeo della sua storia, il primo successivo al ciclo vincente di Emiliano Del Duca.
E siccome si tratta di un’occasione speciale, per la prima volta nella storia del Beach Soccer italiano una finale finisce 0-0.
Finisce 3-2 ai tiri di rigore con il punto decisivo di Duarte e così il Terracina rompe l’incantesimo, sperando di fare il bis in 24 ore, dato che le due squadre si riaffronteranno nei quarti di finale scudetto.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:54

MADRID - Figlio di papà. Ma in questo caso l’accezione è tutt’altro che negativa. Alessandro Scariolo dal padre Sergio non ha ereditato i geni del grande giocatore di basket, quelli arrivano da mamma Blanca Ares, ex cestista, oro Europeo nel ‘93, 24 punti realizzati in finale contro la Francia a Perugia. Dall’ex tecnico dell’Olimpia Milano e oggi c.t. della nazionale iberica oltre a campione Nba come assistente di Nick Nurse sulla panchina dei Toronto Raptors, Ale deve imparato molto a livello di tattica e applicazione.
Che ha messo a frutto nell’ultimo Europeo Under 18, conquistando la medaglia d’oro con la selezione spagnola, grazie al 57-53 in finale sulla Turchia domenica scorsa. In un’intervista rilasciata al quotidiano “Marca”, il figlio d’arte, ottimo difensore, 18 anni in ottobre, play-guardia di 1.84, ha detto che “portare questo cognome non è facile. Ma ho lavorato molto e sono migliorato parecchio. E continuerò a farlo. Mi ispiro a Ricky Rubio, mi piacerebbe essere come lui in campo». Intanto Alessandro, che gioca da due anni nella cantera dell’Unicaja Malaga, proseguirà il suo percorso di crescita negli States, dove si trasferirà per giocare nel campionato Ncaa. Ancora non ha reso note in quale università.
Gli Scariolo sono ormai la First Family del basket europeo, visto che tutti e tre si sono laureati campioni continentali: Ale con l’Under 18, mamma Blanca con la nazionale maggiore, papà Sergio da c.t. di quella maschile, per ben tre volte: Polonia 2009, Lituania 2011 e Francia 2015. Senza dimenticare il bronzo di Turchia 2017 , l’argento olimpico di Londra 2012 e il bronzo di Rio 2016. Insomma, buon sangue non mente.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:50

LOS ANGELES - Non finisce mai di stupire. L'ultima volta in una intervista a Espn, nella quale Mike Tyson ha ammesso d’aver usato l’urina dei figli per superare test antidoping. “Volevo utilizzare quella di mia moglie, che però mi disse: 'Poi risulti che sei incinto'...”. "Così ho pensato di prendere quella dei miei figli". - ha confessato il leggendario ex campione mondiale dei massimi - "Come facevo? Usavo un pene finto, che portava sempre con sé il personale del mio staff medico".
"La maggior parte degli uomini si trova in imbarazzo davanti al pene, così i giudici si voltavano sempre, dandomi la possibilità di utilizzare questo trucco”.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:48

ROMA - Omicidio volontario aggravato dal metodo mafioso. E’ questa l’ipotesi di reato cui lavora la Procura di Roma, coordinata dal procuratore facente funzioni Michele Prestipino in merito all’omicidio di Fabrizio Piscitelli, alias Diabolik, capo storico degli Irriducibili, il gruppo ultrà di tifosi della Lazio. Piscitelli è stato ucciso attorno alle 19 di mercoledì al Parco degli Acquedotti di Roma. L’ex capo ultrà è stato raggiunto da un colpo di pistola alla nuca, sparato da distanza ravvicinata da un uomo che si è mimetizzato tra la folla fingendosi uno dei tanti runners che a quell’ora corrono nel parco. Secondo un’ipotesi al vaglio degli inquirenti all’omicida si sarebbe inceppata la pistola dopo il primo sparo e questo avrebbe evitato all’uomo seduto accanto a Piscitelli (il suo autista-guardaspalle) di subire identica sorte.
Gli inquirenti continuano a non escludere alcuna pista sulle motivazioni di quella che a tutti gli effetti è stata un’esecuzione, ma col passare delle ore prende sempre più consistenza l’ipotesi che alla base dell’omicidio ci siano questioni legate al mondo della criminalità organizzata romana. Il nome di Piscitelli, che già in passato era stato indagato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti, è presente nella carte dell’inchiesta Mafia Capitale. Di lui si parla come uno dei referenti di un gruppo che controllava lo spaccio della droga nel quadrante di Ponte Milvio, insieme con altri clan, compresi quelli della mafia albanese. Intanto gli inquirenti continuano a sentire i numerosi testimoni presenti sulla scena del delitto che, essendosi consumato in pieno giorno, è appunto avvenuto in mezzo alla gente. Oggi infine su svolgeranno gli esami autoptici sul cadavere di Piscitelli. I risultati entro sessanta giorni.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:46

PORTO - Iker Casillas non ha alcuna intenzione di lasciare il calcio giocato. Nonostante la grande paura dettata dall’infarto rimediato durante l’allenamento del 1 maggio, il portiere spagnolo campione del mondo nel 2010 è pronto a tornare in campo. Lo farà prendendosi tutte le precauzioni del caso, ma i timori sembrano ormai alle spalle. Il Porto è pronto a riabbracciare il suo fuoriclasse tra i pali. I Dragoni, infatti, lo hanno già inserito tra i giocatori a disposizione della prossima stagione. In attesa di tornare in campo, Casillas svolgerà un incarico particolare, facendo da mediazione tra dirigenza e squadra. Insomma, il simbolo dei trionfi delle Furie Rosse non molla.


Data: 9/8/2019 ore 4:45

https://video.gazzetta.it/pavon-galaxy-che-annuncio-direttore-d-orchestra-d-eccezione/5637f652-b9fc-11e9-ab58-e3e402a9b485?vclk=home_generico


Data: 9/8/2019 ore 4:44

NICOSIA - Paolo Tramezzani non è più l’allenatore dell’Apoel Nicosia. Il club cipriota, infatti, ha annunciato la rescissione consensuale del contratto che lo legava al tecnico italiano. Attraverso un comunicato ufficiale, la società ha reso nota la notizia: “L’Apoel Nicosia annuncia la risoluzione consensuale della sua collaborazione con l’allenatore Paolo Tramezzani. Vorremmo ringraziare l’onorevole Tramezzani per la collaborazione che abbiamo avuto e gli auguriamo ogni bene nella sua carriera professionale e vita personale”.
Le strade del club cipriota e del tecnico italiano, già condottiero del Lugano, si sono separate dopo la sconfitta di ieri sera nel terzo turno preliminare di Champions League in cui l’Apoel è stato sconfitto 2-1 dagli azeri del Qarabag.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:41

https://www.itasportpress.it/serie-a/praet-saluta-la-sampdoria-per-sempre-blucerchiato/?intcmp=gazzanet-praet


Data: 9/8/2019 ore 4:40

UDINE - Presentata la nuova maglia dell’Udinese firmata Macron, sponsor tecnico del club friulano, per le partite casalinghe della stagione 2019-2020. Una maglia che, rispettando la tradizione, ha preso ispirazione da quella che Zico e compagni indossavano nella stagione 1984-85. La nuova “Home” si presenta con le tradizionali bande verticali bianconere, ’spezzate’ da un’ampia striscia diagonale bianca. Il collo è nero e alla coreana. Il backneck è personalizzato con etichetta a bande bianconere e sulla quale appare lo stemma della squadra e la scritta I PRIMI BIANCONERI D’ITALIA. Sul petto a destra il Macron Hero, logo del brand italiano, a sinistra, lato cuore la patch con lo stemma dell’Udinese Calcio. Nel retrocollo, in nero, è ricamata la scritta La Passione è la nostra Forza. A completare il kit casalingo ci sono gli shorts neri con coulisse bianche e i calzettoni bianchi con bordo superiore nero e il Macron Hero posto anteriormente al centro, mentre sul polpaccio è stampata la scritta U.C. 1896. In alternativa gli shorts possono essere bianchi e i calzettoni neri con bordo bianco.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:38

MANCHESTER - Aveva tutto per essere uno dei colpi dell’estate, ma la rottura dei legamenti crociati del ginocchio destro terrà Leroy Sané lontano dai campi per mesi, costretto all’intervento, con la prospettiva di far saltare il suo passaggio dal Manchester City al Bayern Monaco. Il 23enne tedesco si è fatto male durante il Community Shield di domenica scorsa tra Manchester City e Liverpool: secondo quanto riferito dalla Bild e da Kicker l’infortunio è più grave di quanto sembrava in un primo momento e richiederà un lungo periodo di recupero dopo l’operazione, quantificato in sei mesi dal quotidiano tedesco. Per il suo arrivo in Baviera si profilava un affare da 100 milioni per il trasferimento e altrettanti in cinque anni al giocatore.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:37

BERGAMO - Il costo degli abbonamenti, tra i tifosi dell’Atalanta, ha fatto discutere. I supporter hanno infatti lamentato alla società la scelta di aumentare i prezzi, con il presidente Antonio Percassi che ha voluto rispondere alle critiche attraverso un comunicato.
COMUNICATO – “Care tifose e cari tifosi,
ho letto e ascoltato tutte le vostre opinioni sulla nostra nuova campagna abbonamenti.
Mi aspettavo delle critiche per gli aumenti, e posso capire quindi un po’ di malcontento, nonostante fino ad oggi avessimo praticato una politica di prezzi molto bassi.
Non condivido invece la posizione di chi parla di “mancanza di rispetto”. Se c’è un valore che ha sempre contraddistinto la mia presidenza è proprio il rispetto. Di questa squadra, di questi colori, della nostra storia, di tutti noi tifosi e della nostra città.
I prezzi che la Società ha stabilito sono giusti e coerenti con il livello conquistato dall’Atalanta in questi anni. Oltre ai risultati ottenuti sul campo, stiamo costruendo qualcosa di unico e fantastico, a partire dal nuovo stadio, che rappresenta un investimento epocale. Nonostante questo, abbiamo confermato la squadra che ci ha portato in Champions rifiutando offerte clamorose sulla maggior parte dei nostri calciatori che una volta non avremmo mai potuto rifiutare.
Sì, è vero, abbonarsi all’Atalanta costerà di più, ma diciamolo onestamente, un costo anche inferiore a quello richiesto da tante altre società del nostro campionato, alcune delle quali neopromosse.
Questo a dimostrazione che per l’Atalanta i tifosi vengono sempre prima. Da qui, pur ritenendo assolutamente corretti i prezzi proposti, la scelta di favorire una volta in più le famiglie nerazzurre.
Il pacchetto Family offerto in questi anni ha troppo spesso lasciato vuoti tanti posti allo stadio, perciò abbiamo pensato a degli sconti singoli: l’agevolazione per gli Under 14 verrà ampliata a tutti i ragazzi Under 18 (sconto del 50 per cento), per tutte le donne e gli Over 65 l’abbonamento avrà uno sconto del 30 per cento.
Inoltre aggiungo che per le due gare casalinghe di Parma si applicherà un prezzo di un solo euro per tutti gli abbonati 2018-2019 per analogo settore.
È una decisione che ho preso personalmente dopo aver riflettuto sulle vostre osservazioni. Non è un passo indietro, è un passo in avanti, perché sono certo che quando entreremo, nel nuovo Gewiss Stadium, proveremo delle emozioni uniche che porteranno a riflettere su quanto sta cercando di fare l’Atalanta.
Io ho fatto il bravo ora fatelo anche voi…
Con affetto, forza Atalanta!
Antonio Percassi”.
Theo news


Data: 9/8/2019 ore 4:34

BERGAMO - Martin škrtel ha detto sì all'Atalanta. Queste le ultime che arrivano da Zingonia, dove ieri l'agente dello slovacco, Karol Csonto, ha incontrato l'a.d. Luca Percassi e il d.t. Giovanni Sartori per un incontro, col senno di poi, decisivo. Restava solo un ostacolo: la volontà della moglie Barbara, la quale avrebbe preferito restare a Istanbul dove lo slovacco (classe '84, 35 anni il prossimo 15 dicembre) ha chiuso l'esperienza col Fenerbahçe dopo tre stagioni da protagonista. Attualmente svincolato, nella giornata di oggi il giocatore si è confrontato con la famiglia (i due hanno un figlio, il piccolo Matteo) per fugare gli ultimi dubbi. E ora tutti sembrano pronti a raggiungere l'Italia per una nuova avventura: a questo punto, la Dea batte la concorrenza del Parma. Possibile firma tra domani e sabato
Non ci sono ancora certezze sulla durata dell'accordo (probabile un annuale, non totalmente da escludere un’opzione per il 2021), mentre le visite mediche serviranno per superare l'ultimo step, quello riguardante la condizione fisica: tema sul quale a Bergamo hanno avuto rassicurazioni dopo aver osservato il centrale ex Liverpool (anche dal vivo) nell'ultima parte del 2018-2019. In attesa di ulteriori dettagli contrattuali, ecco la novità: l'Atalanta ha il sì di škrtel. Un gigante da Champions League.
Theo news



[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] 18 [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login