Bego per Sempre

Ci sono 800 messaggi


Data: 16/2/2019 ore 5:29

https://www.repubblica.it/esteri/2019/02/16/news/saviano_el_chapo_testimoni_di_giustizia-219238027/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

Theo x Ath


Data: 16/2/2019 ore 4:30

BARCELLONA - A meno di una settimana dall'andata degli ottavi di Champions League contro il Lione, il Barcellona mette in chiaro il suo futuro: Ernesto Valverde allenerà i blaugrana anche nella prossima stagione. Finisce così il tormentone legato al futuro del tecnico, che vede il suo contratto rinnovato fino al 2020 con opzione per un altro anno. Di fatto il Barça ha esercitato l'opzione presente nel precedente contratto per prolungare il rapporto per un'altra stagione e inserendo una nuova opzione per quella successiva. Alle 17 il tecnico parlerà in conferenza stampa.
Valverde è arrivato in Catalogna a inizio della scorsa stagione, dopo 4 campionati sulla panchina dell'Athletic Bilbao. Con Messi e compagni è già riuscito a vincere Liga e Coppa del Re, mentre in Champions si è fermato ai quarti, eliminato dalla grande rimonta della Roma. Quest'anno è ancora in corsa su tutti i fronti e in campionato è primo con 6 punti di margine sul Real Madrid, rivale anche nella semifinale di Coppa del Re (l'andata al Camp Nou è finita 1-1).
Theo news


Data: 16/2/2019 ore 4:28

MONACO DI BAVIERA - Cuore, determinazione, e anche qualche scatto di nervi. Franck Ribery è sempre stato così. Il Bayern Monaco sta affrontando un cambio generazionale che lo porterà a stravolgere la rosa in vista della prossima stagione. Certi gli addii di Robben e Rafinha (entrambi in scadenza), sembrano destinati alla cessione anche Hummels e Boateng (almeno uno di loro). Chi però non vuole farsi battere dal tempo che passa è Ribery, determinato a strappare l'ennesimo rinnovo (sarebbe il terzo in tre anni) per non lasciare Monaco. "A Monaco ho passato un terzo della mia vita e due terzi della mia carriera – ha spiegato Ribery a L'Equipe –. Sono molto grato a questo club che mi ha accettato così come sono. Non tradirò mai il Bayern. C'è una storia d'amore fra noi".
FUTURO — Da quando, a fine 2018, è diventato ufficiale l'addio di Robben, Ribery ha cominciato a spingere ancor più sull'acceleratore per dimostrare di essere ancora in grado di giocare a questi livelli. A dicembre ha segnato 4 gol in 3 partite di Bundesliga, cosa che non gli era mai riuscita prima. Rummenigge, dopo l'exploit del francese, ha perfino svelato un retroscena: "Ribery nello spogliatoio sta scherzando sul nuovo contratto. Beh, se continua così...". Franck ci crede al punto che è riuscito a strappare un appuntamento col club: "Vediamo cosa succede nelle prossime settimane. Mi incontrerò con i dirigenti e con il mio procuratore. Continuerò a giocare qui se potrò continuare a dar loro tutto me stesso".
POLEMICHE — Ribery a Monaco è arrivato nel 2007. Ormai dirigenti e tifosi lo conoscono in maniera approfondita. Sanno che, per quanto sia legato al club, ogni tanto ha qualche scatto di nervi. In questa stagione è finito in mezzo alle polemiche dopo un'aggressione a un giornalista francese reo di averlo criticato in diretta tv al termine della partita persa col Dortmund e per aver mangiato una bistecca da 1.200 euro (il club fece sapere che però non fu lui a pagare in quanto ospite). Sui social era stato criticato aspramente per il modo in cui usa il proprio denaro, accuse che gli avevano fatto perdere la testa: "Siete nati da un buco nel preservativo, andate a fare in c***", aveva scritto su Instagram, riservando insulti anche alle madri, alle mogli e alle nonne di chi lo criticava. Ora è tornato sull'argomento: "Nella mia vita privata faccio quel che voglio – ha spiegato –. Sono tantissimi i giocatori che vanno a mangiare in quel ristorante, di loro non si dice nulla, di me invece spunta fuori un video. Ai giornalisti e a chi sta sui social non dovrebbe interessare quel che faccio". Cuore, determinazione, anche qualche scatto sui nervi. A Monaco Ribery spera di durare anche oltre il 30 giugno 2019. Restando ovviamente quello di sempre.


Data: 16/2/2019 ore 4:25

New super hot photo galleries, daily updated collections
http://lesbiantrib.hotblognetwork.com/?cristal

mother and young son porn ipod porn usenet amateur porn action hardcore porn lube my milf porn vidsfor free




Data: 16/2/2019 ore 4:25

BUENOS AIRES - Sono atterrate in Argentina venerdì mattina, all'aeroporto di Ezeiza, a Buenos Aires, le spoglie di Emiliano Sala, il calciatore del Cardiff morto nell'incidente in cui il piccolo aereo che lo trasportava da Nantes al Regno Unito è precipitato nel Canale della Manica. Il corpo del calciatore era stato recuperato dalla carcassa inabissata del velivolo, dopo giorni di ricerche. Ancora disperso invece il comandante dell'aereo, David Ibbotson. Il volo British Airways da Londra Heathrow con a bordo il feretro è atterrato alle 9,07 (le 13,07 italiane). Sulla pista ad attenderlo il mezzo di un'impresa funebre che porterà le spoglie nella regione di Santa Fe, a quasi 500 chilometri di distanza, dove domani sono previsti i funerali, che saranno celebrati a Progreso, paese d'origine del calciatore.
LA VEGLIA E L'ADDIO — Il lungo addio a Emiliano Sala inizierà alle 7 del mattino quando prenderà il via la veglia in cui sono attesi gran parte dei tremila abitanti di Progreso, legatissimi all'ex giocatore della squadra locale del San Martin. "È un giorno tristemente storico per Progreso - ha raccontato all'agenzia AFP Daniel Ribero, presidente del San Martin - Non avremmo mai immaginato una fine simile, siamo ancora sotto shock. L'ultima volta che è venuto, durante i mondiali in Russia, chiese di venire a mangiare l'asado con noi nella nostra sede". A rappresentare le due ultime squadre in cui Sala ha giocato saranno il difensore Nicolas Pallois e il segretario generale Loic Morin per il Nantes e l'allenatore Neil Warnock con il d.g. Ken Choo, per il Cardiff.
LA FAIDA NANTES-CARDIFF — Intanto non si placa la polemica tra il Nantes, la squadra francese che aveva venduto Sala, e il Cardiff, suo nuovo club. I francesi, infatti, non escludono il ricorso all'Uefa dopo il congelamento dei pagamenti da parte della squadra inglese che avrebbe dovuto saldare in più tranche il trasferimento fissato per 17 milioni di euro.


Data: 16/2/2019 ore 4:21

TREVISO - Disco verde. Nasi Manu potrà tornare a lavorare in maniera graduale. E’ questa la bella e attesa notizia per il terza linea del Benetton Rugby. Al giocatore era stato diagnosticato un tumore ai testicoli che lo aveva costretto a sottoporsi a intervento chirurgico lo scorso 31 agosto all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Dopo i cicli di chemioterapia che sono seguiti all’intervento, il giocatore potrà ora effettuare un rientro graduale all’attività.
IL MESSAGGIO — “Da quando lo scorso agosto ho scoperto di avere il cancro sino a ieri quando il mio dottore mi ha comunicato la buona notizia, non ho mai smesso di sentire il supporto da parte di tutti. Durante questo periodo difficile della mia vita non avrei potuto essere più supportato. Grazie al mio club, Benetton Rugby, allo staff tecnico, alla dirigenza ed ai miei compagni di squadra. Grazie alla mia fantastica moglie, alla mia famiglia ed ai miei amici. Grazie a tutti i medici ed infermieri che mi hanno seguito nei reparti di oncologia a Treviso e Padova; non avrei potuto chiedere assistenza medica migliore. Questa esperienza segnerà la mia vita per sempre e non dimenticherò mai tutto ciò che avete fatto per me. Vi sono riconoscente e spero di tornare presto in campo” queste le parole del Leone biancoverde Manu Nasi. In questi mesi i suoi compagni di squadra lo avevano supportato con un gesto emblematico: si erano presentati tutti in campo con la testa rasata.


Data: 16/2/2019 ore 4:18



ROMA - Niente pace tra Kolarov e la curva. Durante Roma-Porto in curva Sud è spuntato uno striscione contro il serbo con scritto “Bastardo Kolarov”. Non è bastato l’appello di De Rossi, che ieri aveva chiesto ai suoi tifosi di tornare a sostenere il terzino (“Fidatevi di me, è un professionista serio”). Alla lettura delle formazioni sembrava scattata la tregua, con i tifosi che avevano interrotto i fischi, ma lo striscione ha chiarito ogni dubbio.
Theo news


Data: 16/2/2019 ore 4:17

LIVERPOOL - C’era Alisson cuore di Roma, e adesso non c’è più. Nel giorno di San Valentino l’ex fiamma giallorossa si dichiara al suo nuovo amore, il Liverpool. E colpisce i giallorossi dove fa più male: “E’ difficile giocare contro il Liverpool. La qualità della squadra è incredibile. Poi c’è il 12esimo uomo, fuori dal campo, che sono i tifosi. Lo scorso anno fu difficile giocarci contro in semifinale. E’ un’atmosfera incredibile. Mi piace giocare contro i tifosi che mi gridano contro, ma qui è qualcosa di diverso. Quando ho firmato, sicuramente l’esperienza fatta è stato un fattore. Qui ci sono i tifosi migliori al mondo. Quando ho firmato, quando ho saputo dell’interesse di Liverpool, di sicuro tutto questo ha rappresentato un fattore importante. Noi giocatori vogliamo una squadra che ti vuole, una squadra con qualità, con un buon manager e con grandi tifosi” ha dichiarato al sito dei Reds.
Theo news


Data: 16/2/2019 ore 4:13

AMSTERDAM - Ci sono molte cose che si fanno molto volentieri in pubblico. E poi ce ne sono altre che, magari, nessuno vorrebbe fare davanti a qualcun altro. C’è ad esempio, chi si fa problemi a mangiare davanti ad altre persone, figuriamoci come ci si possa sentire a… fare pipì davanti a qualcun altro. Peggio ancora poi se l’involontario spettatore del caso fosse una sorta di idolo, un faro da seguire. Beh, questo è il motivo per cui Frankie De Jong e Luka Modric si sono infastiditi: nel test antidoping erano… troppo vicini.
CHE MODI – Certo, non tutti si sentono a proprio agio a farla accanto a qualcun altro, figuriamoci quanto possa essere piacevole riempire una provetta nella medesima situazione. E quindi, dopo aver passato quasi l’intera partita a provare ad intralciarsi a vicenda, anche in quel caso, quasi spalla contro spalla, il Pallone d’Oro e l’olandese hanno dovuto ‘sopportarsi’ in questa sorta di tempo supplementare. Senza dubbio la pratica del test antidoping è importantissima per assicurarsi che si stia giocando pulito da entrambe le parti ma certo il croato e il lanciere avrebbero preferito che ci fossero state modalità un po’ più sostenibili.
DUELLO – Il quotidiano britannico The Sun riporta che i due hanno fatto un po’ di fatica a riuscire a concentrarsi per riempire e recapitare i campioni. Certo, però è strano che solo loro lamentino questa pressione: come vuole la norma, anche un’altra coppia di giocatori si è sottoposta al test e si tratta di Gareth Bale e Jan Klaas Huntelaar. Tutto in regola ma, almeno da parte loro, non risulta alcuna lamentela. Sarà che agli organizzatori è piaciuto così tanto lo scontro tra Modric e De Jong in campo che hanno voluto un bis? Battute a parte, i due dovrebbero tornare ad incontrarsi molto presto: non solo nella partita di ritorno, ma anche tra qualche mese. De Jong, infatti, in estate vestirà la maglia del Barcellona e, a meno che Modric non cambi casacca e soprattutto campionato, il duello si dovrebbe rinnovare. Magari non all’antidoping però!


Data: 16/2/2019 ore 4:4

MILANO - Mauro Icardi torna a farsi sentire attraverso i social. Su Instagram, dopo il post di giovedì sera in cui aveva pubblicato una frase di Mark Twain (“Meglio tacere e sembrare stupidi che parlare e confermarlo di esserlo”), ha fatto il bis a distanza di 24 ore. L’ex capitano nerazzurro ha pubblicato una foto (che raffigura il suo tatuaggio con un leone) accompagnandola a un messaggio criptico: “Confondili con il tuo silenzio, sorprendili con le tue azioni”. Il nuovo post arriva dopo l’ennesima giornata al centro delle attenzioni per via della fascia assegnata ad Handanovic e sfilata dal suo braccio. Nella giornata odierna Icardi ha avuto un colloquio con Spalletti, non ha partecipato all’allenamento con il gruppo e non c’è stato l’incontro con la dirigenza ad Appiano Gentile.
Theo news


Data: 16/2/2019 ore 4:2

https://video.gazzetta.it/allo-stadio-wanda-metropolitano-stadio-migliore-mondo/7ab747f0-3075-11e9-b9c4-800a05c97905?intcmp=VideoBar&vclk=VideoBar|allo-stadio-wanda-metropolitano-stadio-migliore-mondo


Data: 15/2/2019 ore 23:55

http://www.teramocalcio.net/comunicato-stampa-20


Data: 15/2/2019 ore 23:27

https://certastampa.it/30765-sundas-ho-un-investitore-pronto-ad-entrare-nella-teramo-calcio-per-portarla-in-serie-b.html


Data: 15/2/2019 ore 22:53

A Como non si passeggia

Cri


Data: 15/2/2019 ore 22:45




Data: 15/2/2019 ore 19:0

Udn non te l appoggio
Msl


Data: 15/2/2019 ore 17:59

Problema scarico cesso risolto.

Bergamaschi spurghi snc


Data: 15/2/2019 ore 17:59

Data: 15/2/2019 ore 17:33

Preferivo quando c'era la scritta:
CARLOTTA TI AMO IN MODO ORTODOSSO
firmato:
SVASTICA

VP


Data: 15/2/2019 ore 17:58

Data: 15/2/2019 ore 14:52

anche a Dublino non si passeggia

Non te la fumi una paglia dopo che t'hanno ficcato un lama nel collo?

Bresà




Data: 15/2/2019 ore 17:51

TRAMPE PE PE PE PE!

Burlamacco


Data: 15/2/2019 ore 17:42




Data: 15/2/2019 ore 17:36




Data: 15/2/2019 ore 17:34

https://www.repubblica.it/esteri/2019/02/15/news/trump_muro-219223310/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1


Data: 15/2/2019 ore 17:33




Data: 15/2/2019 ore 17:24

https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/kashmir-attentato-india-pakistan-104951/?fbclid=IwAR3bU1AWo1lmlgLufuvtLcy0XqFHYWt_04j2DPrCjg-72mmopmU5p8O0r0k


Data: 15/2/2019 ore 17:15

Sì se fuggiva a Caracas col la sera stessa sicuramente.
Cubo


Data: 15/2/2019 ore 17:13

ah è anche un occasionale il tipo??! poteva andargli anche meglio allora

Bargnocla


Data: 15/2/2019 ore 17:7

E' un no mame da derby
Cubo


Data: 15/2/2019 ore 17:5

per chi vuole estraniarsi dalla realta' per 12 minuti, ma estraniarsi veramente, magari anche sotto effetto carciofon, straconsiglio i primi 12 minuti di questo set

Ath


Data: 15/2/2019 ore 17:1

(tunz tunz tunz tunz) HEY DOVE VAI MA CHE FAI..

Ath


Data: 15/2/2019 ore 17:0

Alice Basso e' alta! eh,eh??!!

..no eh?
Ath - fraaaaaaiidei


Data: 15/2/2019 ore 16:56

CHE MINNE, PERO'!!!!

Bargnocla


Data: 15/2/2019 ore 16:55




Data: 15/2/2019 ore 16:50

La paranza duBbbbbarone??! Anca li??!

Bargnocla


Data: 15/2/2019 ore 16:44

È dei gruppi o della paranza? U.


Data: 15/2/2019 ore 16:42

In effetti avendo seguito le gesta del ragazzo in diretta mi son stupito non l'abbiano arrestato nel dopopartita.
Quello che effettivamente fa specie sono le tempistiche oltre che il racconto ormai narrato dei giornali online avidi di click. E queste notizie portano tanti click.
Cubo


Data: 15/2/2019 ore 16:40

... dopo che sky ha lanciato i telefilm stile cold case, nulla è più come prima!!!!!!!! sapevatelo.

Udn


Data: 15/2/2019 ore 16:36

Udn, c era bisogno del titolone, del comunicato e dei domiciliari?
Ognuno sa a cosa va in contro ci mancherebbe
Msl

si ma dopa du an??! dai eh...questo è tipo il classico gesto eclatante per far vedere che loro sono sempre sul pezzo e che quindi si deve sempre stare sul chi va la...
robi da mat.

Bargnocla


Data: 15/2/2019 ore 16:35

Come lo godo il mio corpo blanco e flaccido, emblema di una rilassatezza muscolare dovuta a sconfitte su sconfitte nei duelli con le tavole imbandite.

Udn


Data: 15/2/2019 ore 16:32

Così come vado giù di testa quando ci si palesa a torso nudo, pieni di tatuaggi, ma coprendosi il volto per non essere riconosciuti.

Chapeau!

Udn



1 [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20]


Scrivi sul muro









 

 

Login